Grattacieli di New York, quale terrazza panoramica scegliere

You are currently viewing Grattacieli di New York, quale terrazza panoramica scegliere
  • Categoria dell'articolo:New York
  • Ultima modifica dell'articolo:9 Settembre 2021
  • Tempo di lettura:13 mins read
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti
Condividi:
0
(0)

Tra le esperienze immancabili di ogni itinerario a New York c’è senza dubbio la salita alle terrazze panoramiche dei suoi grattacieli. La vista della Grande Mela dall’alto è uno spettacolo tra i più belli al mondo, e non lo non dimenticherete facilmente.

Gli edifici dotati di osservatori per i turisti sono attualmente quattro:

  • Empire State Building
  • One World Trade Center
  • GE Building presso il Rockefeller Center
  • The Edge presso Hudson Yards

L’ideale sarebbe riuscire a vederle tutte, ma indubbiamente questo implica un notevole esborso economico. La buona notizia è però che tutti i grattacieli di New York menzionati sono inclusi nel New York Pass, la card turistica che dà accesso a numerose attrazioni ad un prezzo fisso. Come spiegato nel mio articolo con i consigli per visitare New York, esistono poi diversi altri pass che vi permetteranno di combinare più attrazioni, ottenendo uno sconto.

Se però vi sembra comunque troppo, o non avete abbastanza tempo per tutto, eccovi la descrizione di tutti e quattro gli osservatori, per aiutarvi nell’ardua scelta.

Empire State Building

Il grattacielo più famoso del mondo è un must per chiunque visiti la città, che sia la prima o la decima volta. E’ un vero e proprio mito, da sempre in cima alla lista delle attrazioni di New York. Non è certo un caso che la sua terrazza panoramica sia tra i luoghi più gettonati per le proposte di matrimonio.

I lavori per la sua costruzione iniziarono il 17 maggio 1930, sotto la guida degli architetti architetti Shreve, Lamb & Harmon Associates, e terminarono appena un anno dopo, con l’inaugurazione del 1 maggio 1931.

Da allora, la sua popolarità non ha fatto che aumentare, anche grazie ad Hollywood, con film come King Kong, e ai numerosi eventi, come l’annuale gara di corsa sui suoi 1500 gradini.

Realizzato in stile art déco, è alto 443 metri, e per due volte è stato l‘edificio più alto degli Stati Uniti. La prima volta alla sua costruzione e fino alla nascita delle Torri Gemelle, nel 1973. Dopo gli attacchi dell’11 settembre e il crollo delle torri, l’Empire è tornato suo malgrado in prima posizione, per poi essere nuovamente superato dal One World Observatory.

La sontuosa hall è stata restaurata nel 2007, con marmi pregiati, profili cromati, e una volta affrescata. Lo splendido dipinto raffigurante un cielo stellato comprende anche decorazioni in oro a 23 carati.

Ogni sera, il grattacielo offre a newyorchesi e visitatori uno spettacolo unico, grazie al sistema di luci a led che ne illumina la sommità. L’illuminazione è normalmente bianca, ma può cambiare in caso di eventi o giornate particolari: verde a San Patrizio, rosso a San Valentino, rosso e verde a Natale. Le principali feste americane sono commemorate con il tricolore rosso, bianco e blu.

grattacieli di New York, Empire State Building illuminato

Come arrivare, costi e orari

L’Empire State Building è aperto 7 giorni su 7, 365 giorni l’anno, e in qualsiasi condizione climatica. Gli orari sono variabili, li potete trovare in fase di prenotazione, in quanto è necessario selezionare giorno e ora della visita.

Cercate di arrivare con circa 15 minuti di anticipo, muniti di prenotazione e passaporto.

Ecco i costi:

  • Osservatorio all’86° piano: 45$ adulti, 36$ bambini, 40$ senior
  • Osservatorio all’86° piano e 102° piano: 75$ adulti, 69$ bambini, 73$ senior.

Oltre a questi, sono disponibili diverse altre tipologie di biglietti. Per esempio, il pass saltafila a 78$ per l’86° piano e a 111$ per entrambe le terrazze, o il tour guidato del grattacielo a 161,55$.

Si trova a Midtown Manhattan, e la fermata della metro più vicina è 34St – Herald Square, sulle linee B,D,F (arancio) e N, Q, R, W (giallo).

Terrazza Panoramica

L’osservatorio all’86° piano è di gran lunga il più frequentato. Corre lungo tutto il perimetro dell’edifico, regalando un panorama a 360° su Manhattan. Nei giorni tersi, si possono vedere ben 6 stati: New York, New Jersey, Pennsylvania, Connecticut, Massachusetts, e Delaware.

Da qui si ha una bella visuale su Lower Manhattan e la Freedom Tower, mentre la Statua della Libertà si intravede in lontananza. I grandi protagonisti sono i grattacieli di Midtown, come il meraviglioso Chrysler Building e la Trump Tower, e poi ancora la Grand Central Station e Times Square, oltre al nuovissimo complesso Hudson Yards a Chelsea. Central Park si intravede, anche se risulta parzialmente nascosto.

La terrazza è all’aperto, ma ben recintata per prevenire cadute accidentali. Sono presenti i classici cannocchiali a gettone per vedere tutte le meraviglie di New York da vicino. Portate una giacca, il vento qui è fortissimo.

Salendo fino all’osservatorio al 102° piano situato nell’antenna, il panorama diventa strabiliante. Questa terrazza è vetrata, quindi non l’ideale per scattare foto per via dei riflessi, ma in compenso la visuale è completamente libera, poiché super la maggior parte dei grattacieli circostanti, ed è possibile vedere fino a 130 km di distanza.

Mostre

Al secondo e 80° piano si trovano il museo e le mostre dell’Empire State Building, comprese in ogni tipo di biglietto. Grazie al wi-fi gratuito, potrete inoltre scaricare l’audioguida.

Il museo racconta la storia del grattacielo in modo molto interattivo e tecnologico, con statue e modellini, video e schermi touch screen. Per esempio, potrete farvi un selfie appollaiati su una trave, oppure farvi afferrare da King Kong.

Nel grande teatro potrete vedere oltre 600 spezzoni di film, telefilm e spot pubblicitari in cui compare l’Empire, diventato nel tempo un’autentica icona pop.

Scoprirete inoltre il funzionamento dell’impianto di illuminazione a led, e tutte le nuove tecnologie di cui l’edificio si è dotato per diventare un modello di sostenibilità ambientale.

One World Trade Center (Freedom Tower)

Il One World Trade Center è stato inaugurato nel 2014, e ad oggi è l’edificio più alto degli Stati Uniti. E’ alto 417 metri, 541 se si considera anche l’antenna. Questo numero corrisponde a 1776 piedi, ovvero l’anno dell’indipendenza americana, e per questo il grattacielo è stato soprannominato Freedom Tower. Visibile da tutta Lower Manhattan e naturalmente dai borough circostanti, è subito diventato parte integrante del magnifico skyline di New York. Ospita uffici e ristoranti, e l’antenna è anche una torre di trasmissione.

Ai 4 piani interrati c’è il Westfield World Trade Center, un centro commerciale collegato con la stazione dei treni e l’Oculus, la grande opera architettonica di Santiago Calatrava.

Pur non facendo parte del Memoriale e Museo dell’11 settembre, la Freedom Tower omaggia il vecchio World Trade Center e le Torri Gemelle in molti modi. Per esempio, anche se il grattacielo ha 106 piani, l’osservatorio è posto al 102°, lo stesso delle torri. Anche la base ha lo stesso perimetro di quella delle torri.

grattacieli di New York, Oculus e One World Trade Center

Come arrivare, costi e orari

La terrazza panoramica One World Observatory, è aperta 7 giorni su 7. Gli orari variano in base alla stagione e al giorno della settimana, la soluzione migliore è quindi consultare il sito ufficiale.

Ricordate che è sempre necessario prenotare giorno e orario di ingresso, tranne che per il biglietto all-inclusive, per il quale basta il giorno. Cercate di arrivare cn circa 15 minuti di anticipo, muniti di prenotazione e passaporto.

Ecco i costi:

  • Standard (43$): include solo l’ingresso
  • Combination (53$): con questo biglietto avrete la corsia preferenziale e la guida digitale dello Skyline di New York
  • All-inclusive (63$): con questo biglietto potrete anche arrivare a qualsiasi ora (sempre nel giorno della prenotazione) e avrete un voucher di 15$ per una bevanda o un souvenir

Si trova a Lower Manhattan, e le fermate della metro più comode sono Cortland Street, sulle linee N, R, W (giallo), oppure World Trade Center, sulla linea E (blu).

Ascensore e See Forever Theater

Rispetto agli altri grattacieli di New York, la Freedom Tower regala un’esperienza magica già a partire dal percorso per salire alla terrazza panoramica.

La visita comincia da un lungo corridoio illuminato da un mosaico di monitor, che ripercorrono gli eventi salienti della storia americana recente. Al termine del corridoio, i visitatori sono smistati in diversi ascensori, le cui pareti non sono altro che giganteschi schermi.

Durante la salita, che dura circa un minuto, la storia di New York passerà letteralmente sotto i vostri piedi. Da isola disabitata a metropoli multietnica, vedrete gli edifici spuntare come funghi attorno a voi.

All’arrivo al 102° piano, verrete fatti sfilare in riga lungo un corridoio buio, appoggiati a una balaustra, davanti all’ennesimo megaschermo. Al termine di un breve filmato che mostra le principali attrazioni della Grande Mela, il sipario si alzerà per rivelare il favoloso panorama di New York City.

Terrazza panoramica

Davanti a vi si aprirà una visuale a 360° su Lower Manhattan. Da qui si vedono perfettamente la Statua della Libertà, il ponte di Brooklyn e il Manhattan Bridge, e naturalmente il memoriale e museo dell’11 settembre, proprio sotto il grattacielo.

Midtown e l’Empire State Building sono un po’ più lontani, ma se salite di sera riuscirete a vedere il riflesso delle luci di Times Square.

In più, ci sono degli schermi con immagini 3D della città, per un’esperienza ancora più interattiva. Il lato negativo del One World Observatory è che la terrazza è completamente vetrata. Questo può essere scomodo per gli amanti della fotografia, in quanto inevitabilmente si creano dei riflessi che impediscono la perfetta riuscita dello scatto, soprattutto quando fuori è buio.

Per trarre il massimo da questa esperienza, salito poco prima del tramonto, e preferibilmente in una giornata serena.

Top of the Rock (GE Building)

Scommetto che tutti conoscete questa foto del 1932, intitolata Pranzo sul Grattacielo:

Foto di Wikipedia

E’ credenza comune che questa foto sia stata scattata durante la costruzione dell’Empire State Building ma, in realtà, il grattacielo in questione è proprio il GE Building, il palazzo principale del Rockefeller Center.

Il magnate petrolifero John D. Rockefeller cominciò la realizzazione del suo complesso commerciale in stile art déco nel 1930. I lavori si protrassero per quasi 10 anni, e l’inaugurazione avvenne nel 1939. Ai 14 edifici originali si aggiunsero, tra gli anni ’60 e ’70, altre 4 torri.

Il complesso è famoso, oltre che per la terrazza panoramica, per la Rockefeller Plaza, dove in inverno sono allestiti la pista di pattinaggio sul ghiaccio e il gigantesco albero di Natale, adornato dalla stella Swarovski più grande del mondo. Il GE Building, precedentemente noto come RCA Building, è alto 260 metri, e i suoi 60 piani ospitano la sede dell’emittente televisiva NBC, e gli uffici della famiglia Rockefeller.

Come arrivare, costi e orari

La terrazza panoramica del GE Building, comunemente chiamata Top of The Rock, è aperta tutti i giorni ad orari variabili secondo il giorno della settimana e la stagione. Potrete visualizzare gli orari in fase di prenotazione, in quanto è necessario selezionare giorno e ora della visita. L’ultimo ascensore parte 50 minuti prima della chiusura. Presentatevi con circa 15 minuti di anticipo, muniti di passaporto e conferma della prenotazione.

I costi:

  • Biglietto standard: 38$ adulti, 32$ bambini tra 6 e 12 anni, 36$ senior da 62 anni in su.
  • Biglietto VIP, che permette di saltare la fila: 75$ per tutti

Oltre a questi, è possibile anche fare il tour guidato del Rockefeller Center, da solo a 25$, oppure abbinato all’osservatorio a 52$.

La fermata della metro più vicina è 47-50 Sts-Rockefeller Ctr, sulle linee B, D, F (arancio).

Terrazza Panoramica

L’osservatorio del Top of The Rock si sviluppa su tre piani, dal 68° al 70°. I primi due sono al chiuso e vetrati, mentre l’ultimo è a cielo aperto, portate quindi qualcosa per ripararvi dal vento.

Pur essendo notevolmente più basso rispetto agli altri grattacieli di New York, la vista è indimenticabile. Guardando a sud, vi troverete davanti l’Empire State Building in tutta la sua imponenza. Sul lato nord, invece, potrete ammirare Central Park, un enorme rettangolo verde nella giungla urbana.

I grattacieli di Lower Manhattan e il One World sono un po’ più lontani, ma aguzzando la vista riuscirete a scorgere anche la Statua della Libertà e il Manhattan Bridge. E’ un peccato che, invece, il Chrysler Building risulti coperto dal MET Life.

Per via della vista privilegiata su Central Park, vi consiglio di salire al Top of The Rock durante il giorno, in quanto il parco non è illuminato, e di sera non vedreste nulla se non una grande macchia scura.

The Edge

The Edge è il nuovissimo osservatorio panoramico di New York, il più alto dell’emisfero occidentale. Si trova infatti al 100° piano del 30 Hudson Yards, il grattacielo del grande complesso culturale, residenziale e commerciale di Chelsea.

Inaugurato nel 2020, purtroppo ha da subito dovuto chiudere a causa delle restrizioni imposte dal Covid-19, ma ora ha finalmente aperto e aspetta solo di essere visitato.

foto di https://www.edgenyc.com/it

Come arrivare, costi e orari

The Edge è aperto tutti i giorni, dalle 8.00 a mezzanotte. In fase di prenotazione, è necessario indicare giorno e ora della visita. Presentatevi con circa 15 minuti di anticipo, muniti di passaporto e conferma della prenotazione.

Ecco i prezzi validi per la prenotazione online, sul posto si pagano 2$ in più:

  • Biglietto standard: 36$ adulti, 31$ bambini tra 6 e 12 anni, 34$ senior da 62 anni in poi.
  • Champagne pass, che comprende anche un calice di champagne: 53$ adulti, 52$ senior. Per i ragazzi con meno di 21 anni, considerate il costo standard, in quanto a loro non sarà servito lo champagne.
  • Premium pass, che oltre allo champagne include un book fotografico: 71$ adulti e 69$ senior, sempre considerando i prezzi standard per ragazzi con meno di 21 anni.

Si trova nel quartiere Chelsea, e la fermata della metro più comoda è 34th Street-Hudson Yards, sulla linea 7 (viola). L’ingresso è al quarto piano del palazzo.

Terrazza Panoramica

Pur non avendola ancora visto, ho guardato diversi foto e video di quest’osservatorio, e devo dire che sembra assolutamente pazzesco.

Edge significa bordo, ciglio, ma anche spigolo, e questa terrazza è tutte e tre le cose. Diversamente da tutti gli altri grattacieli di New York, che hanno la terrazza all’interno o sulla sommità dell’edificio, The Edge è una balconata sporgente, di forma triangolare.

La piattaforma è all’aperto, ma al posto delle solite barricate in acciaio qui ci sono delle spesse pareti in vetro. Nel punto in cui i due lati del triangolo si intersecano, un sottilissimo spiraglio vi consentirà di allungare la mano e “toccare” il cielo di New York. Da non perdere poi la sezione pavimentata a vetro, dalla quale potrete guardare nel vuoto. Un’esperienza unica e totalmente immersiva, ma sconsigliata a chi soffre di vertigini.

Da questa terrazza panoramica vedrete l’Hudson River, Greenwich e Chelsea, la High Line, i grattacieli di Lower Manhattan e la Statua della Libertà. Ma non finisce qui. A completare il quadro c’è tutta Midtown, con Times Square, l’Empire State Building e il Chrysler Building.

Insomma, The Edge non ha assolutamente nulla da invidiare ai sui colleghi più “stagionati”, e promette di diventare presto una delle attrazioni più amate della Grande Mela.

video di https://www.edgenyc.com/en

Grattacieli di New York, quale scegliere?

Ora che abbiamo visto tutte le caratteristiche dei vari grattacieli e osservatori panoramici di New York, arriviamo alla domanda cruciale: qual è il migliore?

La prima differenza sta nella posizione. One World è a Lower Manhattan, l’Empire al centro di Midtown, The Edge è sempre a Midtown, ma spostato verso l’Husdon River, ed infine il Top of The Rock è al confine con Uptown. Dato che Manhattan è molto estesa, queste distanze geografiche fanno si che si abbiano panorami molto diversi tra loro.

Un altro aspetto da prendere in considerazione è se la terrazza è chiusa o aperta. In entrambi i casi ci sono pro e contro. Le terrazze aperte sono perfette per gli amanti della fotografia, quelle chiuse per chi soffre di vertigini, e si sente più protetto. The Edge è un po’ un’eccezione, perché è all’aperto, ma anche vetrato.

Insomma, alla fine la scelta è molto soggettiva. Io non ho ancora provato The Edge, ma per adesso il mio preferito è il Top of The Rock, perché la visuale sull’Empire State Building è impareggiabile.

Se proprio dovessi saltare un grattacielo, paradossalmente, salterei l’Empire State Building. Perché? Beh, semplicemente, perché da lì l’Empire non si vede!

Vuoi saperne di più?

Se hai ancora dubbi e curiosità, scrivimi o lascia un commento qui sotto, e sarò felice di risponderti il prima possibile!

Questo post è stato utile? Vota!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?

Lascia un commento