Ricetta della Pecan Pie, la crostata autunnale del Ringraziamento

Ricetta della Pecan Pie, la crostata autunnale del Ringraziamento
  • Categoria dell'articolo:Ricette Americane
  • Ultima modifica dell'articolo:28 Maggio 2021
  • Tempo di lettura:5 mins read
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti
Condividi:
0
(0)

La crostata alle noci pecan è un dessert tipico degli stati meridionali degli USA, la zona chiamata Dixieland. Si cucina soprattutto in autunno e inverno, ed in particolare è molto popolare nelle festività e per il Ringraziamento, servita nei grandi ritrovi familiari a chiusura di un lauto pasto.

Ha una base di pasta simile alla brisée, che racchiude un morbido e dolcissimo ripieno allo sciroppo d0acero, guarnito con delle croccanti noci pecan. Per renderla ancora più golosa, servitela tiepida, accompagnata da una pallina di gelato alla vaniglia.

La ricetta della Pecan Pie è molto semplice, provate a prepararla per stupire i vostri commensali con un dolce insolito!

State cercando una crostata più adatta all’estate? Provate la mia key lime pie, la torta che sa di vacanze!

ricetta della pecan Pie, fetta di torta

Ingredienti

Per la pasta (2 dischi):

  • 315 grammi di farina
  • 90 grammi di burro
  • 150 grammi di margarina
  • 100 ml di acqua ghiacciata
  • sale q.b.

Per il ripieno:

  • 250 grammi di noci pecan (già sgusciate)
  • 240 ml di sciroppo d’acero
  • 70 grammi di burro
  • 3 uova
  • 100 grammi di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di amido di mais
  • vaniglia q.b.
  • sale q.b.

Procedimento

Cominciate la ricetta della Pecan Pie preparando la pasta, idealmente il giorno prima.

Tagliate a cubetti il burro e la margarina, e metteteli in freezer per una decina di minuti. Misurate l’acqua, e mettete anch’essa nel freezer fino al momento dell’utilizzo.

Quando i grassi sono ben freddi, lavorateli insieme alla farina schiacciandoli con l’aiuto di due forchette, fino ad ottenere delle grosse briciole ricoperte di farina, come nella foto. Aggiungete ora l’acqua poco alla volta, e lavorate l’impasto man mano con una spatola. Non dovete per forza aggiungere tutta l’acqua, ma solo finché non si formerà la classica “palla”.

Avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciatela in frigo tutta notte, o comunque non meno di due ore.

Accendete il forno a 180° statico.

Quando l’impasto è ben freddo, stendetelo su un disco di carta forno, e inseritelo in una teglia di 22-24 cm di diametro.

Procedete quindi con la cottura cieca per circa 15 minuti e, nel frattempo, preparate il ripieno.

Fate fondere ed intiepidire il burro, quindi mescolatelo insieme allo zucchero con un mixer, per circa 2 minuti, finché i cristalli di zucchero non sono completamente sciolti. Unite le uova, una alla volta, ed infine lo sciroppo d’acero e le polveri, sempre mescolando.

Togliete la pasta dal forno, ed adagiate sul fondo le noci pecan. Versate quindi il ripieno nella torta ancora calda, ed infornate per circa 40 minuti. Il ripieno sarà molto liquido, quindi fate attenzione a non rovesciarlo.

Se la crosta si scurisce troppo in cottura, spostate la torta su un ripiano più in basso, oppure coprite i bordi con della carta stagnola.

ricetta della pecan Pie, torta finita

Altri consigli

La ricetta tradizionale della Pecan Pie prevede l’uso dello sciroppo di mais, un dolcificante che però in Italia è molto difficile da reperire. A parte questo, però, io preferisco usare lo sciroppo d’acero, visto che è un prodotto naturale e non raffinato, ed in più regala alla torta un aroma inconfondibile. Lo sciroppo di mais, invece, è solo dolce e non aggiunge nulla.

L’unico inconveniente di questo cambio è che lo sciroppo d’acero ha un minore potere addensante, pertanto è necessario aggiungere alla preparrazione un cucchiaino di amido di mais.

Le dosi dell’impasto sono per due dischi, supponendo quindi che copriate la vostra Pecan Pie con un secondo strato di pasta. Se, come me, preferite lasciarla “aperta”, dimezzate le dosi, oppure congelate uno dei due panetti per uso futuro.

Parliamo ora in dettaglio della pasta: si chiama flaky pie curst, ed è alla base di quasi tutte le crostate americane. Non è una frolla, perché non contiene uova e zucchero, e risulta più simile a una pasta brisée.

Ne esistono due versioni, una con solo burro (che ho utilizzato per la ricetta della apple pie), e questa, che ha parte burro e parte margarina. Vi confesso che non l’avevo mai provata, e che in realtà non sono soddisfatta del risultato. Trovo che la pasta sia risultata troppo dura, non friabile come quella con il solo burro.

La spiegazione che mi sono data è nel fatto che io prendo sempre le mie ricette dal sito di una food blogger americana, Sally’s Baking Addiction. Probabilmente, ma non ne sono certa, la margarina americana ha una consistenza diversa dalla nostra, quindi le dosi vanno bene solo se si usa quel determinato prodotto.

Insomma, io non ne sono stata per nulla entusiasta. Vi lascio comunque la ricetta, ma personalmente non la userò più.

In entrambi i casi questa preparazione, così come la tradizionale frolla, ama il freddo. E’ quindi fondamentale che gli ingredienti siano freddi, e che l’impasto sia lavorato solo con forchette e spatole, e mai con le mani.

Dove mangiare la Pecan Pie in America

Poiché la pecan pie è una ricetta tipica degli stati del sud, è proprio lì che dobbiamo andare per trovare le più alte, morbide e gustose.

La migliore in assoluto l’ho mangiata a New Orleans, al ristorante creolo The Gumbo Shop, in pieno centro. Altissima, ricca super cremosa, con una porzione abbondante di gelato. Giudicate voi dalla foto qui sotto!

Un altro posto celebre (anche) per le pecan pie è il Saltlick BBQ di Driftwood, nella Texas Hill Country. Questo ristorante è specializzato in bbq americano, ma perché non provare anche un dolce?

Se vi trovate a Memphis, cenate da Gus’s Famous Fried Chicken, un locale storico della città di Elvis che serve pollo fritto, e altri piatti tipici del sud.

Vuoi saperne di più?

Se hai ancora dubbi e curiosità, scrivimi o lascia un commento qui sotto, e sarò felice di risponderti il prima possibile!

Questo post è stato utile? Vota!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?

Lascia un commento