Itinerario Florida, 15 giorni nel sunshine state

You are currently viewing Itinerario Florida, 15 giorni nel sunshine state
  • Categoria dell'articolo:Itinerari USA
  • Ultima modifica dell'articolo:28 Giugno 2021
  • Tempo di lettura:17 mins read
  • Commenti dell'articolo:2 commenti
Condividi:
5
(1)

Se siete amanti degli States, ma anche del mare e della vita notturna, allora un itinerario in Florida è quello che fa per voi.

In Florida c’è moltissimo da vedere e fare: grandi città, musei, parchi divertimento, parchi naturali e interessanti località storiche. E poi, naturalmente, le spiagge. Da quella caraibica di Miami Beach, alle tranquille e sofisticate località della Costa del Golfo, fino ai meravigliosi arenili bianchi delle isole Key, è impossibile non dedicare qualche giorno alla vita di mare, per una vacanza a 360°.

Grazie ai parchi divertimento, il mare calmo, e il fatto che gli spostamenti non sono molto impegnativi, la Florida è inoltre la meta perfetta per chi viaggia con i bambini. Insomma, nel suo piccolo, il Sunshine State riesce davvero ad accontentare tutti!

itinerario in Florida, Miami Downtown

Panoramica del viaggio in Florida

Durata

Io vi propongo un itinerario di 15 giorni, ma la Florida si presta molto bene anche a viaggi più corti, o più lunghi. Diciamo che, con le classiche due settimane, avrete l’opportunità di godervi una vacanza rilassante, ma anche di visitare tante attrazioni.

Se però avete meno tempo, per esempio una settimana, non dovete per forza rinunciare. Basta tagliare qualcosa e allungare qualche tappa in auto, e potrete comunque fare un bel viaggio.

Se invece avete più tempo, potete allungare fino alla Florida settentrionale, il cosiddetto Panhandle, oppure aggiungere qualche giorno alle Bahamas. Da Miami e Fort Lauderdale ci sono collegamenti quotidiani, in aereo o in nave.

Quando andare e fuso orario

La Florida ha un clima tropicale, in cui le stagioni non si differenziano tanto per le temperature, quanto per la quantità di precipitazioni. Sostanzialmente, in Florida abbiamo due stagioni:

  • La stagione secca va indicativamente da Novembre a Marzo. Le precipitazioni sono poche, e le temperature si aggirano attorno ai 20°-25°.
  • La stagione umida va da marzo a ottobre, con caldo afoso e frequenti temporali pomeridiani, intensi ma di breve durata. Tra fine agosto e inizio ottobre, possono verificarsi gli uragani, che si formano nell’Atlantico e spesso si abbattono su queste coste.

Il periodo migliore per visitare la Florida è quindi da novembre a maggio. Marzo corrisponde all’altissima stagione, per via dello spiring break, le vacanze primaverili delle scuole americane In questo periodo, frotte di studenti si riversano nelle località balneari a fare baldoria, e i prezzi salgono alle stelle.

La Florida si trova sull’Eastern Time Zona, 6 ore indietro rispetto all’Italia.

Organizzazione

Miami è collegata direttamente con Roma, grazie a Alitalia e Delta. Dalle altre città italiane, Milano compresa, occorre invece prevedere uno scalo.

Io ho impostato l’itinerario in Florida in senso antiorario, mettendo prima le isole Keys, e per ultima Miami. La scelta è fatta in base al mio solito criterio di creazione dell’itinerario, ovvero tenere le tappe più lunghe all’inizio, e lasciare qualche giorno di relax a fine viaggio, quando si è più stanchi.

Ciò non toglie che potete rimodulare le tappe come preferite, facendo qualche giorno a Miami appena atterrati, oppure lasciando le Keys per ultime.

Se il mio itinerario non vi convince, e volete una soluzione più personalizzata, contattatemi. Sarò felicissima di aiutarvi.

Per chi è pensato l’itinerario

Questo itinerario è adatto a chi:

  • ama fare vita di mare
  • viaggia con bambini e vuole una vacanza a misura dei più piccoli
  • non vuole esagerare con i km in macchina

Questo itinerario non è adatto a chi

  • vuole una vacanza più naturalistica, visitando tanti parchi e sentieri di trekking
  • ha un budget limitato e non vuole spendere troppi soldi in attrazioni costose
  • non sopporta il caldo
itinerario in Florida, Sanibel Island

Guidare in Florida: il SunPass

Diversamente dalle interstate che attraversano l’ovest americano, in Florida le autostrade sono a pagamento. Il sistema funziona con il rilevamento elettronico della targa, e addebito sulla carta di credito del proprietario.

Per voi che noleggerete un’auto, non essendone quindi i proprietari, il metodo di pagamento più efficace è il Florida SunPass, una specie di telepass prepagato che offre anche un cashback del 25%.

Non aspettatevi, però, di trovare il Florida SunPass presso la vostra agenzia di noleggio. Queste società dispongono di un proprio sistema di pagamento, quasi sempre più costoso del pass. Oltre al pedaggio in sé, l’agenzia aggiunge anche sempre una quota giornaliera per l’utilizzo. Hanno quindi tutto l’interesse a non proporvi il SunPass, che dovrete acquistare a parte.

Potete farlo sul sito ufficiale, oppure in alcuni grandi catene di negozi, come Walgreens, o ancora presso i Service Center sparsi per lo stato. Ricordatevi poi di attivare il pass sul sito, inserendo i dati della carta di credito, e quelli dell’auto.

Parchi

Nei miei itinerari negli Stati Uniti, consiglio spesso di acquistare la tessera dei parchi America The Beautiful, il pass annuale che con 80$ dà accesso a tutti i siti nazionali.

In questo caso, invece, non consiglio l’acquisto del pass. Nel viaggio in Florida visiterete infatti soprattutto parchi privati, o di competenza statale, come il John Pennekamp e Bahia Honda. Poiché la tessera vale solo nei siti a gestione federale, come le Everglades, non potrete usarla negli altri parchi.

Conviene quindi pagare ogni parco singolarmente.

Florida, itinerario di 15 giorni

GIORNOTAPPEPRINCIPALI COSE DA VEDERE
1Italia – Miami
2Miami – Key Westisole Keys: Islamorada, Marathon, Bahia Honda State Park
3Key WestDuval Street, Southernmost Point, Mallory Square
4Key West – Florida CityEverglades: Ahninga Trail, Gumbo Limbo Trail
5Florida City – Fort MyersEverglades: Shark Valley, Naples
6Fort Myersspiaggia, Sanibel Island
7Fort Myers – TampaSiesta Key, Sarasota, Tampa
8Tampa – Orlandoparco divertimento (es. Disney)
9Orlandoparco divertimento (es. Universal)
10Orlando – Cocoa BeachCape Canaveral
11Cocoa Beach – Fort LauderdaleVero Beach, Palm Beach, Boca Raton, Fort Lauderdale
12Fort Lauderdale – MiamiFort Lauderdale, Miami Beach
13MiamiMiami Beach, Calle Ocho, Coral Gables, Downtown Miami
14MiamiKey Biscayne, crociera
15Miami – Italia

Itinerario in Florida, cosa vedere

Isole Keys e Key West

Le Florida Keys sono un arcipelago di 1700 isole e atolli, che si estende a mezzaluna dalla punta meridionale della Florida fino ad entrare nel Golfo del Messico. La Overseas Highway, una delle strade panoramiche più belle degli USA, collega tutte le isole attraverso lunghissimi ponti, che vi daranno l’impressione di volare sull’oceano.

Queste sono le isole principali:

  • Key Largo, dove fare snorkeling and John Pennekamp Coral Reef State Park.
  • Islamorada, con le sue bellissime spiagge Founder’s Park e Anne’s Beach.
  • Marathon, dove trovare altre spiagge e parchi naturali.
  • Bahia Honda State Park, una delle spiagge più belle delle Keys.
  • Big Pine Key, dove vedere i simpatici cerbiatti locali, e fare una sosta allo storico No Name Pub

Key West è l’isola più occidentale, nonché la più famosa e frequentata. L’isola, famosa per la sua atmosfera anticonformista, offre molte attrazioni, naturali e storiche:

  • Duval Street, la via commerciale e del divertimento, ricca di edifici in stile coloniale, negozi, bar e ristoranti. Non perdetevi lo Sloppy Joe Bar, frequentato anche da Hemingway.
  • Mallory Square, il punto perfetto da cui ammirare il tramonto, magari sorseggiando un bel margarita in uno dei tanti bar all’aperto.
  • la casa di Ernest Hemingway, popolata da decine di gatti polidattili.
  • Fort Zachary, il fortino difensivo dell’800.
  • Southernmost Point, il punto più a sud degli Stati Uniti continentali .

Va menzionata anche Dry Tortugas, un’isoletta al largo delle Keys, raggiungibile solo con un tour guidato piuttosto costoso (circa 200$ ad adulto per il viaggio in traghetto).

Everglades National Park

Il Parco Nazionale delle Everglades, nel sud della Florida, è un ecosistema unico al mondo, caratterizzato da paludose distese d’erba, canali e acquitrini, e isolotti di mangrovie, palme e cipressi. La fauna comprende alligatori, serpenti, uccelli, e le immancabili zanzare. A questo proposito, consiglio di acquistare un repellente in zona, in quanto i nostri non funzionano altrettanto bene.

Le attività più popolari sono il trekking, e le gite con l’airboat, le chiatte che si spingono nelle zone più interne, non raggiungibili a piedi.

L’ingresso al parco costa 30$ a veicolo, e fa parte del circuito NPS. Ecco i principali punti di interesse:

  • Ahinga Trail, un semplice sentiero su passerelle di 1.2 km, da cui avvistare uccelli e alligatori.
  • Gumbo Limbo Trail, lungo 600 metri, prende il nome dagli alberi che lo fiancheggiano.
  • Shark Valley, la zona più battuta del parco. Una strada asfaltata lunga 12 km a tratta si addentra nel fiume d’erba fino a una brutta torre di osservazione, dalla quale però si gode di un panorama fantastico. Potete visitarla in tre modi: a piedi, cosa che sconsiglio dato il caldo, in bici o in tram (a pagamento). La bici è la soluzione ottimale, perché vi consentirà di procedere al vostro ritmo, fermandovi ogni volta che lo desiderate, e senza affaticarvi troppo. La società che le noleggia è la stessa che organizza il giro in tram, chiedete quindi info direttamente in loco.

L’airboat è una particolare imbarcazione dal fondo piatto, alimentata da un grosso ventilatore, che permette di navigare le acque delle Everglades senza intaccarne l’ecosistema (tralasciando l’inquinamento acustico). I tour sono offerti da tre società: Coopertown, Everglades Safari Park, e Gator Park. Non ci sono grandi differenze, tutte e tre sono autorizzate dall’NPS, e il costo è più o meno lo stesso, circa 25$ ad adulto.

Golfo del Messico

La costa del Golfo del Messico, sul lato occidentale della Florida, vanta le migliori spiagge, e sofisticate località balneari.

Nell’itinerario, ho inserito il pernottamento a Fort Meyers perché è quella più centrale, ma potete scegliere una qualsiasi delle altre città, tutte circondate da splendide spiagge di sabbia bianca e un mare calmo e cristallino.

  • Naples prende il nome dalla nostra Napoli, ed è un’elegante città con alcuni giardini botanici tropicali, come il Collier County Museum, il Naples Zoo at Caribbean Garden, e il Botanical garden.
  • Marco Island, con una delle più grandi spiagge della Florida, Tigertail Beach.
  • Fort Myers, la “città delle palme”. Qui si trovano alcune ville storiche in stile coloniale, per esempio la Murphy-Burroughs House, Seminole Lodge, e The Mangoes, del 1915. Un’altra attrazione è il 6 Miles Cypress un’area in perfetto stile “Pirati dei Caraibi”, dove avvistare alligatori, tartarughe, lontre e uccelli.
  • Sanibel Island, l’isola delle conchiglie, piccola e appartata, è perfetta per una vacanza all’insegna del relax. Oltre a prendere il sole, visitate anche il J.N. “Ding” Darling National Wildlife Refuge, un parco naturale dove fare trekking e andare in kayak, con la possibilità di avvistare il lamantino, un simpatico mammifero simile a un tricheco.
  • Sarasota, località raffinata dove ammirare la principesca residenza The Ringling, in stile gotico veneziano, e l’imponente Asolo Theater, costruito nei pressi di Treviso e ricollocato qui. Le spiagge di Sarasota, di soffice sabbia bianca, sono tra le più belle dello stato. In particolare, non perdetevi Siesta Key e Turtle Beach, le migliori.

Tampa

Tampa, nata come snodo commerciale e ferroviario, è tra le città più grandi della Florida, affacciata sull’omonima baia. Come tutte le grandi città, è divisa in quartieri, con un centro adibito a uffici, zone residenziali, parchi cittadini e molti musei.

Ybor City è l’imperdibile quartiere storico abitato da immigrati cubani, fondato nel 1880 come centro di produzione di sigari. Quando la produzione industriale sostituì quella tradizionale a mano, il quartiere si svuotò, e visse un periodo di decadenza. Oggi, Ybor City è stata rivalutata come zona quartiere dell’intrattenimento e della vita notturna.

Molti edifici storici sono stati riconvertiti in locali serali, ma ancora oggi, lungo la E 7th Avenue è possibile respirare la tipica atmosfera del sud. I balconi in ferro battuto ricordano un po’ New Orleans, e diversi esercizi vendono tuttora i tradizionali sigari cubani, confezionati rigorosamente a mano.

Orlando

Nessun itinerario in Florida può dirsi completo senza visitare almeno uno dei parchi divertimento di Orlando.

Scegliere quale, però, potrebbe essere una vera impresa, anche perché, diciamocelo, non sono esattamente economici (circa 100$ a persona per ogni parco). Eccovi quindi una breve spiegazione di quelli più famosi.

Parchi Disney:

  • Magic Kingdom, noto semplicemente come Disnelyland, è il classico dei classici. Un vero regno incantato, dove rivivere le avventure dei grandi classici Disney, come Peter Pan, Biancaneve, e la Bella Addormentata. La maggior parte delle giostre è a misura di bimbo, questo è quindi il parco perfetto per le famiglie. Lo spettacolo dei fuochi d’artificio lascerà senza parole tutti, grandi e piccini.
  • Epcot, dedicato ai viaggi e alla tecnologia. Le curatissime attrazioni comprendono un simulatore di un lancio nella spazio, un acquario, e spettacoli interattivi. Nell’area dedicata al viaggio si trovano ambientazioni di diversi Paesi del mondo, tra cui l’Italia, con filmati immersivi e ristoranti a tema.
  • Disney’s Hollywood studios è il parco per gli amanti cinema, con giostre incentrate sui film, come Toy Story, Cars, e i Muppet. L’area più nuova del parco è interamente dedicata a Star Wars, con spettacoli e attrazioni interattive.
  • Disney Animal Kingdom ospita oltre 2000 esemplari di 300 specie diverse, ma è molto più di uno zoo. Diviso in aree tematiche, offre la possibilità di fare un safari, andare sulle montagne russe per incontrare lo yeti, o vivere un’esperienza unica dedicata al film Avatar.

Parchi Universal:

  • Universal Studios Florida, consigliato agli amanti del cinema. Le attrazioni sfruttano tecnologie all’avanguardia, per offrire esperienze molto coinvolgenti. Troviamo giostre dedicate a La Mummia, Transformers, i Minions, Shrek, Men in Black, e una nuova, recentissima, su Harry Potter. Da qui, potrete raggiungere il parco attiguo (nel prossimo paragrafo) tramite il trenino Hogwarts Express.
  • Island of Adventures propone attrazioni adrenaliniche, come la montagna russa di The Hulk e le rapide, dalle quali scenderete bagnati fradici. L’area più recente è quella di Harry Potter, con la ricostruzione di Hogsmeade e l’innovativa giostra che ripercorre le avventure del maghetto a Hogwarts.

Kennedy Space Center

Il Kennedy Space Center, meglio noto come Cape Canaveral, è la sede NASA in Florida. Le missioni più importanti della storia, tra cui quelle che hanno portato l’uomo sulla luna, sono partite da qui.

Il sito è una via di mezzo tra un museo, e una sede spaziale operativa. Accanto a gli uffici, alle rampe di lancio, e ai centri di addestramento astronauti, troviamo infatti esposizioni. esperienze interattive e filmati ad altissima risoluzione.

Le attrazioni sono innumerevoli, e abbastanza da passare l’intera giornata:

  • memoriali degli astronauti che hanno perso la vita nelle missioni spaziali, come gli equipaggi del Challenger e del Columbia.
  • Filmati sull’allunaggio, sulle missioni su Marte, e sul telescopio Hubble.
  • Esposizione del razzo Saturn V, quello che ha lanciato le missioni Apollo, più quelli delle missioni Gemini e Mercury.
  • Sezioni dedicate alla luna, con fedeli ricostruzioni ed equipaggiamenti originali.
  • simulatori di volo e di lancio.
  • replica della stazione spaziale internazionale ISS.
  • mostra sul futuro della NASA e delle prossime missioni spaziali, con focus sulle missioni su Marte.

Costa atlantica

Come la costa del Golfo del Messico, anche quella atlantica è caratterizzata da eleganti località balneare, bellissime spiagge, e ville lussuose. Vediamo alcune delle località più belle:

  • Vero Beach, paradiso per gli amanti del golf e degli sport acquatici.
  • Fort Pierce, chiamata anche sunrise city, è tra le comunità più antiche della Florida. Il suo centro storico ben conservato rimanda alla Florida di inizio ‘900, ed ha ricevuto numerosi premi. Tra le attrazioni, vi segnalo il Navy Seal Musuem, dedicato al reparto scelto della Marina statunitense.
  • Palm Beach è tra le città più prestigiose della costa atlantica, e della Florida in generale. Qui troverete alcune dele ville più sontuose, tra cui Mar-a-Lago, la dimora faraonica di Donald Trump.
  • Boca Raton, anch’essa conosciuta per il golf e le spiagge, ha anche un’anima più culturale. Ospita infatti eventi musicali, jazz club e sale concerti. Il Gumbo Limbo Nature Center è un’area naturale dove, tra le altre cose, vengono curate le tartarughe marine.
  • Fort Lauderdale è conosciuta come la “Venezia della Florida”, perché è attraversata da numerosi canali navigabili, sui quali si affacciano ville sfarzose. Potete visitarle con un tour guidato, su mezzi che vanno dal water taxi alla classica gondola. La via centrale, Las Olas Boulevard, è la zona commerciale, popolata da negozi e ristoranti, ma anche residenze storiche, come l’Art museum, che contiene oltre 6000 opere, e la Bonnet House, costruita in stile piantagione caraibica.

Miami

Ultima meta dell’itinerario in Florida, Miami è la sua città più importante, nonché quella più frequentata. E’ una vera metropoli, divisa in quartieri molto diversi tra loro.

Miami Beach

Quella che noi chiamiamo abitualmente Miami, ovvero la zona sull’oceano, è in realtà un’altra città, Miami Beach. Si trova su un’isola barriera, ed collegata è al continente tramite lunghi ponti e isolotti. Questo è il quartiere turistico per eccellenza, con la grandissima spiaggia caraibica, dove passare qualche giorno di relax dopo il viaggio on the road attraverso le bellezze della Florida.

Ocean Drive, la strada principale, è tutta un susseguirsi di locali, ristoranti, e splendidi hotel in stile art déco, risalenti agli anni ’30. Fate una passeggiata per ammirare le belle facciate decorate dai colori pastello, e le auto d’epoca che spesso campeggiano davanti all’entrata.

Coral Gables

Coral Gables è il quartiere residenziale esclusivo di Miami, progettato in stile mediterraneo.

Tra le attrazioni di Coral Gables, la più famosa è la Venetian Pool, una raffinata piscina pubblica ricavata dalla roccia corallina, con cascatelle e un contorno di piante tropicali.

La strada principale è Coral Way, lungo la quale si trovano diverse ville da sogno, tra cui la Coral Gables Merrick House (al numero 907), e l’Honeymoon Cottage (al numero 937). Questa via è anche nota per le spettacolari file di alberi banyan, che in alcuni punti si uniscono creando un effetto “galleria”.

Infine, visitate il lussuso Biltmore Hotel, un maestoso edifico in stile barocco spagnolo, ispirato alla Cattedrale di SIviglia. Anche se non siete ospiti, visitate comunque la hall, decorata sontuosamente con affreschi e colonne in marmo.

Little Havana

L’immigrazione cubana iniziò negli anni ’50, in seguito all’insediamento di Castro. Gli immigrati, oppositori del regime, confluirono del quartiere attorno alla SW 8th Street, meglio nota come Calle Ocho. Questa via è oggi il cuore pulsante del quartiere cubano, con edifici colorati e coperti di murales, insegne in spagnolo, negozi di sigari e bar che servono il cafecito, l’espresso cubano.

Il Paseo de las Estrellas è il corrispettivo della più celebre Hollywood Walk of Fame. Le stelle sul marciapiede celebrano i più grandi artisti cubani, come Gloria Estefan e Celia Cruz. Un altro luogo simbolico è il Domino Park, il luogo di ritrovo per molti anziani, che vengono qui per giocare a domino o stare in compagnia.

Little Havana è il posto perfetto per assaggiare l’autentica cucina cubana. Provate El Exquisito, che propone saporiti piatti di carne e pesce accompagnati da riso, oltre alle golosissime banane fritte.

Scopri tutti i piatti tipici della Florida!

Downtown Miami

Downtown Miami è il quartiere degli uffici e dei grattacieli. E’ piuttosto esteso, e per spostarvi potrete utilizzare il metromover, un treno sopraelevato gratuito che tocca i principali punti di interesse. Una vera manna dal cielo nelle afose giornate estive.

Il suo centro è Bayfront Park, un parco dove di trova anche il grande centro commerciale Bayside Marketplace. Quest’area verde è molto sfruttata dai locali per fare jogging, yoga, o rilassarsi nella piccola spiaggia. Sempre da qui potrete inoltre partire per una crociera di 90 minuti nella baia di Miami, alla scoperta delle incredibili ville di personaggi famosi come Shakira, Paulina Rubio, e Julio Iglesias.

Un altro edificio simbolico è la Freedom Tower, una torre ottagonale in stile classico, ispirata alle architetture spagnole.

Downtown è anche sede di diversi musei, tra cui:

  • Museum of Art and Design, incentrato sulle arti visive
  • Frost Sience Museum, il museo della scienza
  • Perez Art Museum, dedicato all’arte moderna e contemporanea
  • Historical Museum of Southern Florida, sulla storia di Miami, delle Keys e delle Everglades

Key Biscayne

Key Biscayne, un isolotto al largo di Miami, è un vero paradiso tropicale, facilmente raggiungibile in auto.

Cosa fare sull’isola? Principalmente, rilassarsi sulla sua spiaggia di fine sabbia bianca, all’ombra delle palme e in compagnia di simpatiche iguane. Ma potrete anche passeggiare nei parchi, osservare la fauna selvatica, visitare il faro del 1825, e fare un po’ di shopping nell’omonimo villaggio.

Vuoi saperne di più?

Se hai ancora dubbi e curiosità, scrivimi o lascia un commento qui sotto, e sarò felice di risponderti il prima possibile!

Questo post è stato utile? Vota!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Valentina

    Questo tuo blogpost mi ha riportato alla memoria il bellissimo viaggio fatto con la mia famiglia nell’inverno del 2015. Abbiamo girato per la Florida la prima settimana dell’anno (abbiamo trascorso il 31 dicembre e il 1 gennaio all’interno dei parchi Disney e vedere i fuochi d’artificio dell’ultimo dell’anno sul castello Disney è stata un’emozione unica). Come te abbiamo visitato Cape Canaveral e le isole Keys, poi ci siamo imbarcati su una nave da crociera e abbiamo scoperto alcune isole caraibiche. È stato un viaggio davvero incredibile!
    Comunque la gita che ho preferito è stata quella alle Everglades.. sarà perché amo la natura e vedere da vicino i coccodrilli mi ha entusiasmato. Tu non sei riuscita a farla?

    1. Valeria

      Ciao Valentina!
      Sì noi abbiamo fatto la gita con l’airboat alle Everglades, ma purtroppo a metà tragitto abbiamo beccato un fortissimo acquazzone, per fortuna faceva molto caldo quindi poi ci siamo asciugati subito, ma la gita ormai era rovinata
      🙁
      sarà una scusa per tornare appena possibile!

Lascia un commento