Cosa vedere a Vannes, pittoresco capoluogo del Morbihan in Bretagna

Cosa vedere a Vannes, pittoresco capoluogo del Morbihan in Bretagna

0
(0)

State programmando un viaggio un viaggio nella bellissima e suggestiva Bretagna? Allora non potete trascurare il dipartimento del Morbihan, nel sud della regione al confine con i Paesi della Loira.

Terra di castelli medievali, costruzione megalitiche e mare cristallino, il Morbihan vi saprà sicuramente affascinare anche con le sue città e i deliziosi borghi, i porticcioli e le chaumières, le tipiche abitazioni dal tetto in paglia.

Vannes è il suo capoluogo, una colorata e vivace città di stampo medievale, affacciata sul golfo. E’ il punto di partenza ideale per esplorare la zona, da Carnac a Lorient passando per la penisola del Quiberon. Ci sono tante cose da vedere a Vannes. Passateci mezza giornata girovagando nel pittoresco centro storico, sulle mura e lungo il porto, non ve ne pentirete.

Come arrivare

Vannes si trova sul Golfo di Morbihan, nella Bretagna meridionale.

Il modo migliore per fare un tour della Bretagna è senza dubbio un viaggio on the road. Volate su Parigi, noleggiate un’auto e partite alla scoperta di questa splendida regione, magari abbinandola alla Normanda.

Anche con un’auto, Vannes è piuttosto lontana dalla capitale. Fate prma una tappa dopo Nantes o Rennes, che distano invece ad un centinaio di km, oppure lungo i castelli della Loria.

Info pratiche

Il centro storico di Vannes è piccolo e fatto da strette stradine di ciottoli e piccole piazze. E’ perfetto da girare a piedi, ma impossibile in automobile.

Prendete un hotel poco fuori le mura, che abbia il parcheggio incluso. In Francia sono molto diffuse le catene Ibis e Kyriad, sicuramente troverete una soluzione.

Se non vi fermate a dormire, parcheggiate in uno dei tanti garage o parcheggi fuori dal centro. per esempio, al porto, in Place de la République, o (più distante) in Place de la Liberation. Noi avevano l’hotel proprio in quest’ultima zona, da lì si raggiunge il port in 20 minuti a piedi.

Cosa vedere a Vannes nel centro storico

Hotel de Ville

cosa vedere a Vannes, hotel de ville

Cominciamo ad esplorare Vannes dall’Hotel de Ville, poco fuori dal centro storico. Terminato nel 1886, questo bell’edificio in stile rinascimentale è nato per sostituire il vecchio municipio, funzione che ha in parte ancora oggi.

Sulla facciata spiccano i grande orologio e lo stemma della città, sormontati da un campanile a carillon. Il palazzo è stato realizzato sulla falsariga dell’Hotel de Ville di Parigi.

Place Henri IV

Immergetevi nel centro storico dalla Rue Emile Burgault per arrivare nel cuore della città, la Place Henri IV.

Lì accanto, stretta, quasi nascostra tra gli edifici, sorge la Cattedrale di Saint Pierre, il principale luogo di culto cattolico della città. E’ in stile gotico, semplice e sobria. Al suo interno ci sono delle belle vetrate, un grande organo, e la tomba del predicatore domenicano St Vincent Ferrier.

cosa vedere a Vannes, place Henri IV
Place Henri IV e la cattedrale sullo sfondo

Vagate senza meta tra le stradine che si diramano dalla piazza, magari fermandovi per un aperitivo a base di kir in un caffè all’aperto.

Ammirate le colorate case a graticcio, con i loro tetti spioventi in ardesia e le facciate ad aggetto, che sembrano volersi toccare al centro della strada.

Al numero 3 di  rue du Bienheureux Pierre-René Rogue, non perdetevi la divertente insegna Vannes et sa Femme. E’ una scultura in granito, probabilmente un’insegna commerciale del XIX secolo, che rappresenta una simpatica coppia dai volti molto espressivi. E’ ormai diventata un simbolo della città, sicuramente tra le cose da vedere a Vannes.

E non dimenticate di portarvi a casa un po’ di Bretagna! Troverete tanti negozi di prodotti tipici, dai biscotti al caramello salato alle conserve di pesce, fino alle birre e al già citato kir.

Remparts de Vannes

I remparts sono le mura cittadine, in parte ancora esistenti. Racchiudono la città vecchia sul lato orientale, tra la Porte Prison e la Porte Poterne.

A tratti, è possibile salire sulle mura, ma il panorama migliore è da sotto, dove una volta si trovava il fossato. Oggi, questo spazio è occupato da uno stupendo parco fiorito, ideale per una sosta ristoratrice dopo tutto questo visitare.

Rientrate in centro dalla Porte Poterne, ammirando il vecchio lavatoio sotto di voi, e proseguite lungo la strada commerciale Rue Saint Vincent fino all’omonima porta. Da qui, arriverete in Place Gambetta, e al porto di Vannes.

Il Porto

La Bretagna è una regione legata al mare, e quindi tra le cose da vedere a Vannes non può mancare il porto. Qui, benché non siamo esattamente sul mare, si può respirare l’atmosfera tipica bretone, con le tante barche ormeggiate lungo lo stretto canale.

Lungo la passeggiata pedonale si trova anche l’ufficio del turismo, dove potete reperire informazioni e prenotare tour guidati.

Questo è anche il quartiere ideale per una buona cena tipica. Gustate una squisita galette, la tradizionale crèpe bretone di grano saraceno. La farcitura tradizionale è con groviera, prosciutto cotto e un uovo all’occhio di bue. Ma le combinazioni sono infinite. Per esempio, io l’ho presa con crema di porri, capesante e pancetta.

Provate quelle della Creperie du Port, o del vicino Billig Breizh, sono da leccarsi i baffi!

Cosa vedere nei dintorni

Crociera nel Golfo di Morbihan

Il golfo di Morbihan è una meravigliosa baia al riparo dall’Oceano Altlantico, costellata di isole e isolotti, costruzioni megalitiche e bellissime spiagge.

La leggenda vuole che il golfo sia stato creato dalle lacrime delle fate della foresta di Paimpont. Le stesse fate, gettando le loro corone nell’acqua, avrebbero dato vita alle isole.

spiaggia a Locmariaquer

Due delle circa 40 isole sono abitate, la Ile aux Moines e la Ile d’Artz, mentre le altre sono proprietà private o semplici scogli.

Da Vannes partono diverse crociere alla scoperta della zona, con scalo oppure senza, per ammirare il panorama comodamente seduti sul battello. Scegliete quella che fa per voi!

Le Bono

La vera Bretagna sta nei piccoli borghi e nei porticcioli, e Le Bono è la quintessenza di tutto ciò. Un paesino di 2500 abitanti affacciato sul Golfo del Morbihan molto tranquillo, con un porticciolo da cartolina e un ponte sospeso del 1840, classificato come monumento storico.

St Goustan

Un altro borgo da non perdere è Saint Goustan, frazione di Auray.

La lastricata Piazza Saint Sauveur è incantevole, con le sue case a graticcio tutte colorate e il piccolo porto turistico. Ancora più suggestivo è arrivarci da Auray, passando sul ponte in pietra a quattro archi.

Fate un giro anche lungo le strette e ripide stradine che si diramano dalla piazza, e fermatevi per cena in uno dei caffè e ristoranti, sul porto, l’atmosfera è impareggiabile.

Megaliti

Le popolazioni primitive si sono date parecchio da fare in Bretagna, costruendo imponenti siti megalitici, dolmen, menhir e piramidi a gradoni sparsi in tutto il Morbihan.

Carnac è ovviamente una tappa obbligatoria. Qui infatti si trova la maggiore concentrazione di “allineamenti”, ovvero file di enormi massi perfettamente allineati, il cui scopo resta tuttora un mistero.

Un altro importante sito è a Locmariaquer, dove potrete vedere piramidi a gradoni, e l’incredibile menhir spezzato, alto ben 20 metri.

Queste costruzioni sono un po’ ovunque, anche se spesso sono su terreni privati, o difficili da raggiungere. Su questa pagina trovate ben 63 siti megalitici da visitare nel Morbihan, tutti da scoprire!


Volete altre informazioni? Contattatemi e iscrivetevi alla newsletter per gli aggiornamenti mensili!

Questo post è stato utile? Vota!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

Lascia un commento