Arches National Park, trail per il Delicate Arch

Arches National Park, trail per il Delicate Arch

0
(0)

Arches National Park è tra i posti più incredibili che vedrete nel vostro tour dell’Ovest degli USA. E’ l’area con la maggiore concentrazione di archi naturali al mondo, ce ne sono infatti più di 2000!

In realtà, gli archi più visitati ed accessibili al pubblico sono solo una quindicina.

Tra questi, il protagonista indiscusso è il Delicate Arch. Simbolo stesso dello Utah, al punto di essere raffigurato sulle targhe automobilistiche dello Stato, questo arco è il più famoso e visitato del parco.

arches national park cosa vedere

Ci sono due modi per vederlo. Potete percorrere il sentiero di 2,5 km a tratta, per un’esperienza ravvicinata ed unica. Oppure, da un punto panoramico vicino all’inizio del sentiero, anche se ovviamente in questo caso lo vedrete da lontano.


Come arrivare

Arches National Park si trova a pochi km da Moab, nell Utah sud-orientale. Per raggiungere la città, dovrete prendere la US-191 dalla Monument Valley, oppure la I-70 e poi la US-191 da Capitol Reef o Salt Lake City.

Il trail per il Delicate Arch è all’estremità nord-orientale del parco, a 20 km dall’ingresso. Una volta entrati nel parco, seguite la Arches Scenic Drive fino al secondo e ultimo bivio. Come indicato dal cartello, al bivio andate a destra e proseguite per circa 1 miglio (1,6 km).

L’ampio parcheggio è sulla sinistra, ed è attrezzato con servizi igienici.


Info pratiche

  • Lunghezza: 5 km
  • Dislivello: 190 metri
  • Tipologia: Lineare
  • Difficoltà: media
trail per il delicate arch

Il percorso è completamente esposto, non c’è ombra se non quella fornita dalle rocce in alcuni tratti, e l’andata è prevalentemente in salita.

Il momento migliore per l’illuminazione dell’arco è il tramonto. Tuttavia, questo è anche il momento più affollato e caldo. Le rocce accumulano il calore durante il giorno, e lo rilasciano nel tardo pomeriggio, rendendo faticosa la salita.

Se percorrete il sentiero al tramonto, ricordatevi che dovrete tornare nella semioscurità, sarà meglio portare una torcia.

Se volete evitare la folla e fare meno fatica, percorrete il Trail per il Delicate Arch la mattina, anche se l’illuminazione non sarà ottimale. Le mie foto sono state scattate al mattino.

Il clima di Moab è desertico, con picchi di temperatura estivi anche di 40°. Non dimenticate quindi cappellino, acqua e bibite energetiche, e qualche barretta di cereali. Le bacchette da trekking possono essere utili per affrontare la salita e la discesa sulla roccia liscia.

Leggete anche tutti i consigli per fare trekking in USA.


Il trail per il Delicate Arch

Il percorso inizia in piano, su in sentiero di terra battuta, seguito subito da una salita a tornanti. Arrivai in cima a quest’altura, si ridiscende leggermente, per poi cominciare la vera e propria scalata.

Quello che segue è, a mio parere, il tratto più difficile se percorrete il sentiero in estate, quando la temperatura è alta. Questa parte è completamente esposta, senza ombra, e si sale camminando su roccia liscia. Prendetevi tutto il tempo che vi serve.

Il sentiero è semplice da seguire, anche perché difficilmente sarete soli. Nel dubbio, orientatevi con i cairn, i cumuli di pietre che indicano la strada. Si prosegue in un saliscendi tra le rocce e gli arbusti, sempre senza riparo dal sole.

Dopo questo breve tratto, ricomincia la salita, ma non preoccupatevi, ormai manca poco! Se fate il trail per il Delicate Arch la mattina, in questo punto sarete riparati dalle rocce.

Salite gli scalini di roccia e costeggiate la parete alla vostra destra, ma fate attenzione. Il sentiero è stretto, e serve anche a chi sta tornando verso il parcheggio.

l’inizio del sentiero e il parcheggio, visti dalla prima altura rocciosa
trail per il delicate arch
l’ultimo tratto del sentiero prima di arrivare all’anfiteatro

Questa parete rocciosa è l’ultimo ostacolo che si frappone tra voi e la meraviglia naturale che è il Delicate Arch.

Una volta superata, infatti, vi ritroverete all’improvviso nell’area chiamata Anfiteatro, per via della sua forma.

Un’enorme palcoscenico di liscia arenaria rossa, in cui lo spettacolo in scena ogni giorno è tra i più maestosi che potrete ammirare in natura.

Il Delicate Arch è diverso da tutti gli altri perché è freestanding, ovvero autoportante. Sì, insomma, sta in piedi da solo. E’ un’enorme porta, con un’apertura di 14 metri per 9. E’ unico nel suo genere, e per questo è così affollato che vi sembrerà di essere a un concerto rock!

Riuscire a fare delle foto senza qualcuno sotto l’arco è veramente difficile. Nelle mie, le persone sono state chirurgicamente rimosse in post-produzione. Cimentatevi anche voi in pose plastiche sotto questa meraviglia!

trail per il delicate arch
trail per il delicate arch

Delicate Arch Viewpoint, se non ve la sentite di fare il trail

Il trail per il Delicate Arch non è alla portata di tutti, ma sarebbe davvero un peccato visitare il parco e non vedere l’arco che più di ogni altro lo rappresenta.

Fortunatamente, si è pensato anche alle persone che non possono permettersi di fare il trail completo. Dal Delicate Arch Viewpoint è possibile vedere l’arco da una distanza di circa 1 miglio. L’impatto non sarà sicuramente lo stesso, ma è comunque una buona opportunità.

trail per il delicate arch

Dal parcheggio del trail, proseguite ancora per 2 km. Arriverete ad un altro parcheggio, dove finisce la strada asfaltata.

Da qui parte un breve sentiero asfaltato di 1 km a/r, con un dislivello di 40 metri (rispetto ai quasi 200 dell’altro). Seguitelo, e dopo un paio di minuti arriverete a una prima piattaforma panoramica, il Lower Delicate Arch Viewpoint. Questa piattaforma è accessible, ovvero pensata anche per chi ha disabilità motorie.

Continuate lungo il sentiero in terra battuta (si sale leggermente) per arrivare all’Upper Delicate Arch Viewpoint, un punto panoramico migliore.


Wolfe Ranch, per completare la vostra esperienza

All’inizio del trail per il Delicate Arch vedrete una costruzione in legno. Non è stata messa lì apposta per i turisti!

Il Wolfe Ranch era in realtà un’abitazione privata. Nel 1898, John Wesley Wolfe si trasferì qui dall’Ohio con il figlio Fred, insediandosi in questa capanna e allevando bestiame. Leggete di più sulla storia dei Wolfe su questo link.

Poco distante, dietro la capanna, soffermatevi ad osservare i pittogrammi su una parete rocciosa. Sono incisioni tipiche della popolazione Ute raffiguranti animali, e risalgono al 1650-1850.

Il Wolfe Ranch e i pittogrammi sono una simpatica deviazione culturale, che piacerà molto ai bambini.


Altri sentieri di Arches National park

Su questa pagina trovate l’elenco dei sentieri ufficiali nell’Arches National Park, divisi per difficoltà. Leggete anche la mia guida al parco, per scoprire tutte le attività.

Oltre al trail per il Delicate Arch, gli altri sentieri più gettonati del parco sono:

  • Trail per il Landscape Arch
  • Windows Section e Double Arch

A mio avviso, questi sono i sentieri da non farsi scappare, ed impegnano mezza giornata in tutto. Se vi avanza tempo, potete provarne anche altri, sempre tenendo in considerazione la vostra preparazione fisica e il clima. Alcuni esempi:

  • Park Avenue
  • Double O
  • Sand Dune, Broken Arch e Tapestry Arch

Volete altre informazioni? Contattatemi e iscrivetevi alla newsletter per gli aggiornamenti mensili!

Questo post è stato utile? Vota!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

Seguici su:

Lascia un commento