Visitare la Scala Contarini del Bovolo a Venezia

Visitare la Scala Contarini del Bovolo a Venezia

0
(0)

Venezia è così ricca di attrazioni, che avrete solo l’imbarazzo della scelta. Anzi, avrete difficoltà ad incastrare tutto nel tempo a disposizione, sempre troppo poco in una città così bella.

Le attrazioni di maggiore rilievo, come Piazza San Marco e Palazzo Ducale, sono perennemente affollate. Per questo, oggi vi voglio parlare di uno dei tesori nascosti di Venezia, un’attrazione meno conosciuta, ma molto interessante.

Sto parlando della Scala Contarini del Bovolo, un palazzo signorile dotato di una singolare scala a chiocciola, che sale fin sopra i tetti delle abitazioni circostanti, regalando un bel panorama sulla città.

Scala Contarini del Bovolo

Dove si trova e info pratiche

Il palazzo quattrocentesco che ospita la Scala Contarini del Bovolo è nel quartiere San Marco, a 5 minuti a piedi dalla Piazza.

E’ nascosto in un dedalo di strette calli, schiacciato in un cortiletto di abitazioni private, a metà strada tra il canale della Giudecca e il Canal Grande.

  • Orari: tutti i giorni dalle 10 alle 18, ultimo ingresso 17.30
  • Chiusure: 1 Gennaio, 15 Agosto, 1 Novembre, 25 e 26 Dicembre
  • Costo: 7€ adulti, 6€ ridotto, gratuito fino a 12 anni

Poiché la scala è piuttosto stretta, l’ingresso è consentito a piccoli gruppi.

Per non perdere tempo, prenotate online, scegliendo il giorno e l’ora.

Se non riuscite a programmare la vostra visita, potete anche presentarvi all’ingresso, e fare il biglietto direttamente lì, rischiando magari qualche minuto di attesa.


Storia del Palazzo e della Scala

La parola “bovolo” non è, come io credevo, il nome di una famiglia. Significa, semplicemente, “scala a chiocciola”. Non avevo, però, completamente torto. Questa scala così bella entrò nella cultura popolare, al punto che “Bovolo” prese ad indicare la famiglia stessa.

La scala è stata aggiunta circa un secolo dopo la costruzione del palazzo, per volere dell’allora proprietario Pietro Contarini, ed oggi ne è diventata la vera attrazione turistica. In realtà, è posta sul retro della casa. La facciata anteriore, che dà su Rio San Luca, è rimasta fedele all’aspetto originale.

Si dice che si tratti di uno stratagemma per ovviare al divieto, ai privati, di costruire una torre. Questo privilegio era infatti appannaggio esclusivo della Chiesa. Mascherandola come scala, i Contarini riuscirono ad avere una torre panoramica privata!

Il Palazzo appartiene oggi al Comune di Venezia e all’IRE (Istutuzioni di Ricovero e di Educazione, un ente benefico).


Scala Contarini del Bovolo

Ma perché questa scala è così particolare?

Scala Contarini del Bovolo

La sua bellezza è indiscutibile, con i suoi 5 piani di arcate in mattoni e pietra d’Istria, in stile tardo gotico / rinascimentale.

Misura 26 metri, ma dal basso sembra molto più alta. Questo accade grazie ad una illusione ottica adottata dall’architetto: ad ogni piano, l’altezza delle logge si riduce, dando una sensazione prospettica di maggiore altezza.

Salendo, si avverte quasi una sensazione di verigine, mentre si continua a girare attorno al pilastro centrale, ricavato da un unico blocco. Ad ogni piano, la visuale su Venezia si fa più ampia, fino a culminare nella terrazza col belvedere.

La panoramica non è a “volo d’uccello”, non siamo abbastanza in alto. Ma resta comunque una visuale unica, con le cupole di San Marco e il campanile sullo sfondo.

Scala Contarini del Bovolo

Non perdete anche le mostre temporanee all’interno del Palazzo Tra queste, la Sala del Tintoretto, dove è custodito il bozzetto del “Paradiso”, l’opera esposta nella Sala del Maggior Consiglio a Palazzo Ducale.


Volete altre informazioni? Contattatemi e iscrivetevi alla newsletter per gli aggiornamenti mensili!

Questo post è stato utile? Vota!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

Seguici su:

Lascia un commento