Venezia, visitare Palazzo Ducale e i musei di Piazza San Marco

Venezia, visitare Palazzo Ducale e i musei di Piazza San Marco

0
(0)

Venezia è di per sè un museo a cielo aperto. Si potrebbero passare giorni anche solo a camminare per le sue viette, chiamate calli, ammirando gli scorci sui canali e i bellissimi palazzi signorili.

Ma è anche piena di importanti edifici, vestigia del suo passato di Repubblica Marinara e importantissimo snodo commerciale. Come si evince dal suo mix di stili, italiano e bizantino, Venezia era anche un punto di incontro tra occidente e oriente.

Molti dei palazzi, come Ca’ Rezzonico, Ca’ D’Oro, Palazzo Grassi, oggi ospitano musei, collezioni d’arte e mostre temporanee. Entrando in questi palazzi si resta esterrefatti dal lusso ed eleganza delle loro sale. E’ un po’ come tornare indietro nel tempo, all’epoca in cui la Serenissima era tra le città più ricche e culturalmente vivaci d’Europa.

Tra tutta l’offerta turistica, noi abbiamo deciso di visitare Palazzo Ducale, centro di comando della città, e i musei civici di Piazza San Marco.

visitare Palazzo Ducale
Palazzo Ducale visto dalla chiesa di San Giorgio

A mio parere, questi quattro musei permettono di avere una visione d’insieme sulla storia della città, ed ammirare alcune importanti opere d’arte di Veronese e Tintoretto.


Info pratiche e orari

Per visitare Palazzo Ducale e i musei di Piazza San Marco, potete fare un biglietto cumulativo con la card Venezia Unica. Il biglietto costa 25€ per gli adulti, e 13€ per studenti e senior, e comprende:

  1. Palazzo Ducale
  2. Museo Correr
  3. Museo Archeologico
  4. Sale Monumentali della Biblioteca nazionale Marciana

E’ consentito un ingresso per ogni museo, con accesso alla corsia preferenziale.

Orari di apertura:

  • Palazzo Ducale: dal 1 aprile al 31 ottobre 8.30 – 21.00, Venerdì e Sabato 8.30 – 23.00 // dal 1 novembre al 31 marzo 8.30 – 19.00. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.
  • Musei di Piazza San Marco: dal 1 aprile al 31 ottobre 10.00 – 19.00 // dal 1 novembre al 31 marzo 10.30 – 17.00. Ultimo ingresso 1 ora prima della chiusura.

Considerate almeno 3/4 ore per visitare tutti e quattro i musei.


Palazzo Ducale

Palazzo Ducale è uno degli edifici più belli di Venezia, un miscuglio di arte gotica, bizantina e rinascimentale. Con la sua doppia arcata finemente decorata, è inconfondibile, ed è parte integrante dello skyline della città.

L’edificio è stato più volte rimaneggiato e ristrutturato, sia per questioni estetiche, sia a causa dei tre incendi nel 1483, 1574, e 1577.

L’ingresso originale era dalla monumentale Porta della Carta e Scala dei Giganti, che oggi, tuttavia, sono all’uscita. L’accesso per i visitatori è lungo la Riva degli Schiavoni, attraversate Piazza San Marco e svoltate a sinistra sul Canale della Giudecca. Passati i controlli di sicurezza, siete liberi di visitare Palazzo Ducale in autonomia.

visitare Palazzo Ducale
L’imponente Scala dei Giganti

Sul sito ufficiale c’è una guida molto utile. In più, il percorso è indicato con pannelli e segnaletica.

Queste sono le aree visitabili:

  • Museo dell’Opera
  • Il Cortile e le Logge
  • L’Appartamento del Doge
  • Sale Istituzionali
  • Prigioni
  • Armeria

Salendo dalla Scala d’Oro e passando dalle varie sale d’attesa, si ha un’idea dell’immagine di potere e forza che i dogi volevano comunicare. Oggi le stanze sono vuote, ma già dalla disposizione dei dipinti e delle sedute si capisce come i governati di Venezia volessero incutere timore e soggezione.

Le sale sono affrescate principalmente dal Tintoretto e dal Veronese, oltre a molti altri artisti locali. In particolare, nella Sala del Maggior Consiglio c’è un bellissimo dipinto del Tintoretto, che rappresenta il Paradiso. Questo dipinto fu scelto tramite un bando, la cui storia è raccontata in un’altra sala.

visitare Palazzo Ducale
Il Paradiso, nella sala del Maggior Consiglio
visitare Palazzo Ducale
Sala affrescata dal Veronese e dal Tintoretto

Dopo le sale della giustizia, attraversate il celeberrimo Ponte dei Sospiri, e date un’ultimo sguardo alla libertà prima di essere catapultati nel tetro ambiente delle Prigioni. Minuscole celle con l’essenziale per sopravvivere.

visitare Palazzo Ducale

Ciò che più mi ha colpita della visita a Palazzo Ducale sono le Prigioni. Il Palazzo Ducale era infatti anche un luogo di detenzione.

Sarà che le abbiamo visitate in inverno, ma non riuscivo a togliermi dalla testa quali stenti potessero patire i detenuti, dal freddo alla fame, al buio. Sono rimasta stupita anche dalla quantità di celle.


Musei di Piazza San Marco

Terminato di visitare Palazzo Ducale, passate ai musei dell’area marciana, che hanno un unico ingresso da Piazza San Marco 52.

La visita è molto articolata, perché ci sono tre musei in uno.

In ogni sala ci sono dei fogli informativi plastificati, che possono essere presi in prestito mentre si visita la sala. In più, sono presenti delle guide speciali per i più piccoli, con spiegazioni delle opere adatte a loro. Le guide sono disponibili in diverse lingue.


Si entra dal Museo Correr, così chiamato perché le opere provengono dalla collezione privata di Teodoro Correr, donata alla città nel 1830. Il museo ha sede nell’Ala Napoleonica delle Procuratie Nuove, gli edifici che circondano la Piazza. Si vede subito lo stile neoclassico delle sale, più moderno di Palazzo Ducale.

Per prima cosa, si visitano le Stanze di Sissi. L’imperatrice asburgica abitò qui per diversi periodi, tra il 1854 e il 1862. Le stanze a lei dedicate sono particolarmente eleganti, decorate con carte da parati colorate e lampadari in vetro di Murano.

Tra le molte sale, troviamo collezioni di monete, mappe, mappamondi, libri, sempre con particolare accento sul rapporto di Venezia con il mare.

Al secondo piano c’è la galleria di dipinti, dal medioevo fino all’arte rinascimentale.

La sezione che mi è piaciuta di più sono state le Sale Canoviane, con alcune meravigliose sculture giovanili dell’artista. Tra queste, Dedalo e Icaro e Orfeo ed Euridice.

Orfeo ed Euridice, splendido gruppo scultoreo di un giovane Canova

Nel Museo Archeologico sono esposti diversi busti e statue di epoca romana, ma anche due mummie egizie, e alcuni oggetti risalenti al periodo etrusco. Non è grandissimo, ma comunque interessante.


Senza neanche rendervene conto, vi ritroverete dall’altra parte di Piazza San Marco, affacciati sui Giardini Reali. Qui si trova la Sala Monumentale della Biblioteca Marciana. E’ l’unica sala della Biblioteca visitabile dai turisti.

Un enorme ambiente, decorato da Tiziano, Tintoretto e Veronese, oltre ad altri pittori meno famosi. Sono esposti dei volumi antichi di grande importanza, in particolare sul Concilio di Trento. Dall’altro lato, ci sono le opere del teologo Veneziano Paolo Sarpi (che a noi di Milano fa subito venire in mente Chinatown).


Leggete anche l’articolo con tutti i consigli per visitare Venezia!

Volete altre informazioni? Contattatemi e iscrivetevi alla newsletter per gli aggiornamenti mensili!

Questo post è stato utile? Vota!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

Seguici su:
Articolo successivoRead more articles

Lascia un commento