Itinerario a Venezia, due giorni alla scoperta della Serenissima

Itinerario a Venezia, due giorni alla scoperta della Serenissima

0
(0)

E’ un po’ ambizioso, creare un itinerario di due giorni a Venezia. Sì, perché la città è così ricca di attrazioni, che ci si potrebbe passare anche un mese.

Musei, chiese, case private piene zeppe di capolavori…. ma Venezia è anche un museo a cielo aperto, ad ogni angolo ci si vorrebbe fermare ad ammirare la bellezza degli scorci sui canali, le gondole che navigano lente, i pontili bianchi e azzurri.

Io mi sono innamorata di Venezia al primo sguardo, e non vedo l’ora di tornarci per approfondire tante cose lasciate in sospeso.

Venezia San Marco

Però, visto che il tempo per viaggiare è sempre troppo poco, cerchiamo di condensare le attrazioni principali di Venezia in un weekend.

Prima di immergervi nel mio itinerario a Venezia, non dimenticate di leggere i consigli pratici per visitare la città.

Per risparmiare tempo e denaro, consiglio di acquistare la card VeneziaUnica. Andate sul sito ufficiale per vedere le varie offerte. Esistono delle card pre-costruite, che includono trasporti e musei. In alternativa, potrete creare la vostra card personalizzata, inserendo solo le attrazioni che vi interessano.

Nell’itinerario ho indicato orari e costi di ciascun museo. Ovviamente, non riuscirete a visitarli tutti in due giorni, ho inserito questo dettaglio a scopo informativo. L’itinerario è da intendere come una passeggiata per Venezia, fermatevi solo nei musei che vi interessano e avete tempo di visitare.


Giorno 1: San Marco e Dorsoduro

Mattina

Saltate la coda visitando subito la Basilica di San Marco nell’omonima, splendia piazza, circondata da eleganti palazzi in stile gotico e rinascimentale.

La chiesa fu costruita per ospitare le spoglie del Santo Apostolo, trafugate da Alessandria. In epoca medievale fu ristrutturata in stile bizantino, arricchita con mosaici e foglia d’oro, per fare sfoggio della ricchezza e della potenza della Serenissima.

itinerario a Venezia

La cattedrale è davvero sontuosa, anche se un po’ buia all’interno. Potete visitarla liberamente, ma ci sono un paio di opere a pagamento:

  • La Pala D’oro, un’enorme pala d’altare in oro e pietre preziose, è visitabile al costo di 2€
  • Il Tesoro di San Marco, una raccolta di 283 oggetti preziosi, è visitabile al costo di 3€

Orario: 9.30-17 / Costo: Gratuito / Non è possibile fare foto.

Salite sul Campanile di San Marco, che svetta accanto alla cattedrale per quasi 100 metri, superando abbondantemente tutti gli altri edifici.

L’attuale torre è stata ricostruita nel ‘900, in seguito al crollo dell’originale. Dall’alto, avrete una visuale a 360° sulla città, la laguna e le dolomiti sullo sfondo. Uno spettacolo indimenticabile.

consigli per visitare Venezia

Orario: apr, giu, ott e nov 9-19; nov-apr 9.30-15.45; lug-set 9-21 Costo: 8€ intero, 4€ ridotto

Dall’altra parte della piazza, ammirate la Torre dell’Orologio, con l’orologio astronomico, sormontata dai due mori.

Rimanete in zona, e visitate il Palazzo Ducale, centro del potere politico e giuridico della Repubblica, nonché abitazione del Doge. Tutto, nel palazzo, è volto a trasmettere l’idea della ricchezza e del potere, ad incutere anche timore nel visitatore. Le sale sono affrescate da grandi artisti, principalmente Tintoretto e Veronese.

Leggi la guida a Palazzo Ducale e i musei dell’area Marciana.

Non perdetevi le prigioni, nel complesso adiacente. Per visitarle, attraverserete il celeberrimo Ponte dei Sospiri. Per vedere il ponte da fuori, dovrete uscire dal palazzo, lungo la Riva degli Schiavoni.

itinerario a Venezia
Il ponte dei sospiri collega il Palazzo Ducale e le Prigioni

Orario: apr-ott 8.30-21 (ven-sab 8.30-23);  nov -mar 8.30 – 19. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura / Costo: con la card VeneziaUnica, 25€ intero e 13€ ridotto.

Lasciate Piazza San Marco ed addentratevi nel dedalo di strette calli del quartiere. Passando da un’isoletta all’altra, arriverete alla Scala Contarini del Bovolo.

Scala Contarini del Bovolo

Se avete tempo, potete entrare e salire in cima alla scala, per godere di un bel panorama su Venezia.

Orario: 10-18, ultimo ingresso 17.30 / Costo 7€ intero, 6€ ridotto, gratuito under 12.

Continuate verso il Teatro La Fenice. Questo magnifico e lussuoso teatro fu distrutto da un incendio doloso nel 1996, ed è stato ricostruito esattamente come prima, e riaperto nel 2003. Proprio come la fenice da cui prende il nome, è risorto dalle proprie ceneri.

Orario: 9.30-18 / Costo: 11€ intero, 7€ridotto

Prima di attraversare il Canal Grande verso Dorsoduro, fermatevi a vedere il campanile storto della Chiesa di Santo Stefano. La torre, alta ben 66 metri, è inclinata di circa due metri a causa di un cedimento delle fondamenta, e ha rischiato più volte di essere abbattuta.


Pomeriggio

Attraversate il Canal Grande al Ponte dell’Accademia per arrivare nel sestriere Dorsoduro, la zona dell’università.

Qui hanno sede due dei musei più importanti di Venezia: Le Gallerie dell’Accademia e la Collezione Peggy Guggenheim, nonché la splendida Basilica di Santa Maria della Salute.

Le Gallerie dell’Accademia sono la più grande collezione di pittura veneta al mondo. Qui sono esposte opere di Tiziano, Giorgione, Veronese, Tintoretto ed innumerevoli altri, tra cui l’Uomo Vitruviano di Leonardo.

Orario: 8.15-14 lun, 8.15-19 mar-dom, ultimo ingresso 1 ora prima della chiusura / Costo: intero 12€, ridotto 2€, gratuito under 18.

La Collezione Peggy Guggenheim è un importante museo di arte del ‘900, e comprende opere di artisti quali Picasso, Chagall, Magritte.

Orario: 10-18, ultimo ingresso 17.30. Costo: intero 15€, ridotto over 65 13€, ridotto under 26 9€, gratuito under 10.

La Basilica di Santa Maria della Salute, come si evince dal nome, fu eretta come voto alla Madonna, per la liberazione di Venezia dalla pestilenza del 1630, ed è in stile barocco.

Orario: 9.30-12 e 15-.17.30 / Costo: 4€ intero, 2€ ridotto.

Alla fermata “Zattere” del vaporetto, prendete la linea 2 per andare alla Chiesa di San Giorgio Maggiore.

L’abbazia fu progettata dal Palladio, e al suo interno custodisce due tele del Tintoretto. Ciò per cui vale davvero la pena il viaggio, tuttavia, è lo splendido panorama su Venezia, in particolare dall’alto del campanile.

Orario: apr-ott 9-19; nov-mar 8.30-18 / Costo: chiesa gratuito, campanile 6€.

Rientrate a San Marco, sempre con il vaporetto, magari per un aperitivo in una tipica cicchetteria.



Giorno 2: Rialto, Ghetto ebraico, Murano e Burano

Mattina

Cominciate il secondo giorno dell’itinerario a Venezia con il colorato e vivace Mercato di Rialto. Si trova a pochi passi dall’omonimo ponte, tra Campo de la Pescaria e Campo San Giacometo.

E’ l’ideale per respirare l’atmosfera autentica di Venezia, lontana dai circuiti più turistici, ed immergersi nella quotidianità. Il mercato è chiuso la domenica.

Orario: mercato del pesce mar-sab 7.30-12, mercato di frutta e verdura lun-sab, 7.30-12.30.

Il vicino Ponte di Rialto è, insieme al Ponte dei Sospiri, il simbolo per eccellenza di Venezia. pensate che, in origine, si attraversava il Canal Grande tramite un ponte di barche!

Una vera e propria sfida architettonica, il ponte fu costruito a fine ‘500, in pietra d’Istria. Da qui, il panorama sul Canal Grande è incredibilmente romantico, soprattutto al tramonto.

Addentratevi nel quartiere San Polo per arrivare alla Basilica dei Frari, dove sono custodite le spoglie di Antonio Canova. Ma la chiesa è piena di altre opere di rilievo, tra cui due tele di Tiziano, per esempio la Madonna di Ca’ Pesero.

Orario: lun-sab 9-18, dom 13-18. Costo: intero 3€, ridotto 1,5€.


Prendete ora il vaporetto a San Tomà, e lasciatevi trasportare lungo il Canal Grande fino a S. Marcuola Casinò. Durante il tragitto, vedrete alcuni dei più bei palazzi di Venezia, non riuscirete a staccare il dito dalla macchina fotografica!

Gli edifici sono stupendi: colorati, decorati finemente, con barche e gondole legate ai moli bianchi e azzurri, che dondolano pigre in attesa del prossimo viaggio. Venezia è la città più fotogenica che abbia mai visto!

In particolare, non fatevi sfuggire la Ca’ D’oro e la Ca’ Pesaro, due edifici stupendi, riccamente decorati, che oggi ospitano musei. La prima è in stile gotico/rinascimentale, la seconda, successiva, in stile barocco.

itinerario a Venezia
Ca’ D’Oro

Arrivati al casinò di Venezia, scendete dal vaporetto ed addentratevi nel Ghetto Ebraico, nel sestriere Cannaregio.

Era il 1516 quando la Repubblica decise che gli ebrei dovessero trasferirsi proprio qui, in quello che è il ghetto più antico d’Europa. Paradossalmente, quello che oggi è conosciuto come “ghetto nuovo”, fu il primo ad essere abitato.

Tra insegne in ebraico, ristoranti kosher, e sinagoghe, il ghetto è veramente una città nella città. Mantiene il fascino di Venezia, ma con un carattere inconfondibile. Le sinagoghe, invece, non sono facilmente distinguibili, perché sono state inserite nei palazzi pre-esistenti.

itinerario a Venezia
Ghetto Nuovo

Per sapere di più sulla storia degli ebrei a Venezia, visitate il Museo Ebraico, che mette a disposizione anche visite guidate delle sinagoghe.

Orario: giu-set 10-19, ott-mag 10-17.30, ultimo ingresso un’ora prima della chiusura. Costo 8€, ridotto 6€, gratuito under 6.

Pomeriggio

Lasciate la città e passate il pomeriggio ad esplorare le isole della laguna.

Recatevi al molo del vaporetto a Fondamente Nove A, la linea che vi porta alle isole è la 12. Il tragitto dura 10 minuti fino a Murano, e altri 30 circa fino a Burano.

Le due isolette sono famose rispettivamente per la lavorazione del vetro e i merletti, anche se, negli ultimi anni, Burano è balzata in vetta ai social media grazie alle sue pittoresche case colorate.

Calcolate circa un’ora per ciascuna isola, due se avete intenzione di visitare anche il Museo del Vetro e il Museo del Merletto. A Murano, potrete anche visitare una vetreria, ed ammirare gli artigiani al lavoro, cercate su siti come Viator o Get Your Guide per trovare delle offerte.

Museo del Vetro di Murano. Orario: apr-ott 10.30-18, nov-mar 10.30-16.30, ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura / Costo 12€ intero, 9,50€ ridotto.

Museo del Merletto di Burano. Orario apr-ott 10.30-17, nov-mar 10.30-16.30, ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura . Chiuso 1/1, 1/5 e 25/12. / Costo: 5€ intero, 3,50€ ridotto


Altri Musei ed attrazioni

Come dicevo, è impossibile vedere tutto ciò che Venezia ha da offrire in un itinerario di soli due giorni. Se avete più tempo a disposizione, potete approfondire la visita con questi altri musei ed attrazioni:

Situati al 52 di Piazza San Marco, il Museo Correr, il Museo Archeologico e la Biblioteca hanno un unico ingresso. Non perdetevi le sale dell’imperatrice Sissi, le opere del giovane Canova, e la monumentale sala della biblioteca. Oltre a questi, sono esposti busti di epoca romana, lampadari in vetro di Murano, monete, mappamondi e molti altri tesori inestimabili.

Orario: apr-ott 10-19; nov-mar 10.30-17. Ultimo ingresso 1 ora prima della chiusura. / Costo: con la card VeneziaUnica, 25€ intero e 13€ ridotto.

Ca’ Rezzonico, nel Sestrere Dorsoduro, ospita il Museo del Settecento Veneziano. La collezione include pezzi di Tintoretto e Canaletto, ma è il palazzo in sé ad essere la vera attrazione. Dal giardino alla scala d’onore, fino al salone da ballo e ai lampadari in vetro di Murano, Ca’ Rezzonico è il vero trionfo del lusso.

Orari: apr-ott 10.30-18, nov-mar 10.30-17. Chiuso mar, ingresso 30 minuti prima della chiusura. / Costo: 10€ intero, 6,50 ridotto.

Nel quartiere Rialto troviamo invece la Scuola Grande San Rocco. Si tratta di una confraternita di laici, fondata nel 1478. Tintoretto fu incaricato di decorare la scuola, e lo fece con il suo più importante ciclo pittorico, considerato il suo capolavoro.

Orario: 9.30-17, chiuso 1/1 e 25/12 / Costo: 10€ intero, 8€ ridotto.

Per gli appassionati di imbarcazioni e storia militare, c’è il Museo Storico Navale, nei pressi dell’Arsenale. Si focalizza sul rapporto di Venezia con il mare e con le altre repubbliche marinare, ma anche con città e paesi stranieri. Una sala è dedicata al Bucintoro, la nave da cerimonia del Doge. Ovviamente, non possono mancare le gondole, ma vi troverete imbarcazioni di ogni genere ed epoca.

Orario: apr-ott 10-18, nov-mar 10-17, ultimo ingresso un’ora prima della chiusura. / Costo: 10€ intero, 7,50€ ridotto

Infine, chi viaggia con i bambini vorrà sicuramente visitare il Museo di Storia Naturale, che ha sede in un palazzo del tredicesimo secolo, di fronte al Casinò. La nuova area espositiva, inaugurata nel 2010, è pensata in chiave moderna, accattivante per i ragazzi. Da non perdere la galleria dei cetacei, con uno scheletro di balena lungo 20 metri.

Orario: giu-ott 10-18 (mar-ven) e 10.30-18 (sab-dom), nove-mag 9-17 (mar- (ven) e 10.30 -17 (sab-dom). Chiuso il lunedì, il 1/1, 1/5 e 25/12. / Costo 8€ intero, 5,50€ ridotto.


Volete altre informazioni? Contattatemi e iscrivetevi alla newsletter per gli aggiornamenti mensili!

Questo post è stato utile? Vota!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

Seguici su:

Lascia un commento