Consigli per visitare Venezia: quando andare, dove dormire, come muoversi

Consigli per visitare Venezia: quando andare, dove dormire, come muoversi

0
(0)

Venezia è un fiore all’occhiello del nostro Paese (uno dei tanti, a dire il vero), e tra le città più romantiche del mondo.

Un capolavoro ingegneristico: 118 isolette e 176 canali, collegati tra loro da 435 ponti, che creano scorci panoramici mozzafiato. Una città storicamente molto ricca, come si evince dai tanti palazzi signorili e dalle loro sontuose decorazioni.

Anche se tante altre città si vantano di essere come lei (basta che ci siano due canali) la nostra Venezia è unica al mondo.

consigli per visitare Venezia
panorama di Venezia dal campanile di San Marco

Incredibile che mi ci sia voluto così tanto per organizzare un weekend a Venezia! A parte le gite scolastiche e un paio di visite con i miei, non ero mai stata a Venezia in età, diciamo, adulta.

Fortunatamente, ho colmato questa grave lacuna approfittando del ponte per l’Epifania 2020, e mi sono innamorata della città appena arrivata in Piazzale Roma, quando ho gettato lo sguardo sul Canal Grande!

Con questa guida, voglio darvi alcuni consigli per visitare Venezia, tutte le info che vi possano essere utili per godervi un paio di giorni di pura meraviglia.


Quando andare

Venezia è bellissima tutto l’anno, non ci sono limiti alla visita, anche se alcuni accorgimenti possono tornare utili. Diciamo che, più che il periodo migliore, ci sono magari dei periodi da evitare.

Mi riferisco soprattutto all’affollamento. Noi siamo stati all’Epifania, che sì è un ponte comandato, ma ha il “vantaggio” di essere in pieno inverno. Se potete, evitate i ponti primaverili e il mese di Agosto.

consigli per visitare venezia

L’evento più famoso a Venezia è il carnevale storico, che nel 2020 sarà dall’8 al 25 Febbario. Questo è indubbiamente un momento di grande affluenza, ma può essere anche un’esperienza favolosa.

L’acqua alta è un fenomeno caratteristico di Venezia, che dipende sì dal maltempo, ma soprattutto dalle maree, ed è prevedibile solo fino ad un certo punto. Sul sito del comune di Venezia trovate la previsione e segnalazione delle maree. Tuttavia, considerando che con ogni probabilità prenoterete la vostra visita con 2-3 mesi di anticipo, non è possibile sapere al momento della prenotazione se ci sarà acqua alta oppure no.

Nel Novembre del 2019, c’è stato un picco di cancellazioni turistiche a causa dell’evento eccezionale del 12/11. In realtà, l’emergenza è durata solamente poche ore. Inoltre l’acqua alta, pur essendo un serio problema per le abitazioni e le attività commerciali, non presenta un reale pericolo per la vostra incolumità.

Non lasciate che questo influenzi la vostra decisione di visitare la città!


Dove dormire

La città offre una vasta scelta di hotel, molti di altissima qualità. Come tutti sappiamo, però, il rovescio della medaglia è che le sistemazioni di Venezia non sono esattamente economiche.

Se volete risparmiare qualche euro pernottando nella vicina Mestre (che fa sempre parte del comune di Venezia).

Mestre ha un bel centro cittadino e una buona varietà di ristoranti, tipici e non. I collegamenti con Venezia sono rapidi e frequenti, sia con l’autobus sia con il treno.

Noi abbiamo alloggiato in uno dei tanti hotel lungo la Via Triestina, collegata con l’autobus 5, ogni 15 minuti nei giorni feriali e ogni 20 nei giorni festivi.


Come arrivare e come muoversi

I punti di ingresso a Venezia sono tre:

  • Piazzale Roma, dove si trovano i parcheggi per auto e bus
  • La stazione ferroviaria Venezia Santa Lucia, collegata con tutta Italia
  • La stazione del traghetto Alilaguna, che collega la città con l’aeroporto

Se viaggiate in auto, potete parcheggiare al Tronchetto Parking. La tariffa giornaliera è di 23,40€. In alternativa, utilizzate uno dei tanti parcheggi di Porto Marghera, che si trovano sulla SR-11. Da lì, proseguite per Venezia con il bus.

La stazione di Venezia Santa Lucia è collegata con tutte le principali città italiane (Roma, Milano), ma anche con alcune città straniere, per esempio Monaco e Vienna. In treno, arriverete direttamente sul Canal Grande, una bella comodità.

L’Aeroporto Marco Polo dista 25-30 minuti di autobus da Piazzale Roma (linea 5), ed è collegato anche con il traghetto Alilaguna, che arriva al molo di Fondamente Nove A (15 € singolo, 27€ a/r)


Venezia è una città da esplorare rigorosamente a piedi, passeggiando tra calli, campi e campielli con il naso all’insù, ammirando i suoi bei palazzi. La sua conformazione rende impossibile qualsiasi altro mezzo di locomozione, fatta eccezione per la gondola, che però oggi è usata solamente per giri turistici (80€).

Una volta arrivati in Piazzale Roma, o alla stazione, potete usare il comodo vaporetto per spostarvi lungo il Canal Grande, arrivando fino a Piazza San Marco.

Fate attenzione, l’unico ponte sul Canal Grande è il ponte di Rialto. Se dovete attraversarlo, avete due scelte: andare fino al Ponte di Rialto, oppure utilizzare il vaporetto, che si muove anche tra una sponda e l’altra del canale.

Sempre da Piazzale Roma, ci sono anche i vaporetti che passano dal canale della Giudecca, e arrivano fino al Lido di Venezia.

Le principali isole turistiche, Murano e Burano, sono collegate alla città con il vaporetto linea 12, che parte dalla stazione di Fondamente Nove A.

Trovate la mappa dettagliata delle tratte sul sito della società ACTV, a questo link.

Burano, con le sue casette colorate

Venezia Unica, la city card

Tra i consigli per visitare Venezia non può mancare una menzione alla Venezia Unica, la city card per avere accesso ai trasporti e alle maggiori attrazioni.

Per acquistare la card, collegatevi al sito VeneziaUnica. Per prima cosa dovrete creare una card, inserendo nome e cognome.

Poi, sbizzarritevi a creare la vostra carta turistica personalizzata, inserendo tutti i servizi e le attrazioni che vi interessano. A mio parere, non possono mancare questi:

  • Biglietto a tempo per i mezzi pubblici (2 giorni 30€, 3 giorni 40€)
  • Musei di Piazza San Marco (25€) che includono Palazzo Ducale, Museo Correr, Museo Archeologico, Sale Monumentali della Biblioteca
    Nazionale Marciana.
  • Teatro la Fenice (11€) o Museo Ebraico (8€)
La maestosa Scala dei Giganti a Palazzo Ducale

In ogni caso, spulciate bene tutte le offerte, ci sono anche molti tour guidati, e le tessere cumulative Silver, Gold e Platinum, pre-assemblate, che includono le maggiori attrazioni a un prezzo scontato.

Bambini e giovani fino a 29 anni hanno diritto a prezzi scontati.


Una volta acquistata la city card, riceverete una mail come questa:

Stampate il biglietto e usate il QR code per accedere ai musei. Per i trasporti, invece, dovrete convertire la card in biglietto, e lo potrete fare alle emettitrici automatiche presenti in diverse stazioni, o ai punti vendita venezia Unica.


Volete altre informazioni? Contattatemi e iscrivetevi alla newsletter per gli aggiornamenti mensili!

Questo post è stato utile? Vota!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

Lascia un commento