Grand Canyon North Rim, guida alla visita

Al momento stai visualizzando Grand Canyon North Rim, guida alla visita
  • Categoria dell'articolo:Grand Canyon
  • Ultima modifica dell'articolo:11 Luglio 2022
  • Tempo di lettura:18 minuti di lettura
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti
Condividi:
1
(1)

La maggior parte dei viaggiatori che si apprestano a visitare il Grand Canyon sceglie, quasi inconsapevolmente, il South Rim. Questo perché, quando si parla di Grand Canyon, si dà per scontato che si parli del versante meridionale, più accessibile e con una maggior scelta di attività e strutture ricettive, nonché più “vicino” ad altre attrazioni come Page e la Monument Valley.

Molti nemmeno sanno che esiste un versante settentrionale. Eppure, anche il Grand Canyon North Rim ha molto da offrire. Panorami mozzafiato e sentieri di trekking, per esempio, ma anche e soprattutto un’atmosfera più intima, essendo molto meno affollato.

Se, per il vostro viaggio nell’Ovest degli USA, avete scelto il North Rim, leggete la mia guida per visitarlo al meglio.

Come arrivare e come muoversi

Il Grand Canyon North Rim si trova in Arizona, nella Kaibab National Forest. E’ raggiungibile da Page (200 km), Kanab(130 km), dal Bryce Canyon (250 km) o dallo Zion National Park (200 km). La grande città più vicina è Las Vegas (425 km).

Da qualsiasi città arriviate, dovrete per prima cosa raggiungere la cittadina Jacob Lake, sulla 89A. Da lì scendere verso sud sulla 67, proseguendo per circa 70 km per arrivare al Visitor Center.

Si trova sul fuso orario Mountain Time quindi, teoricamente, 8 ore indietro rispetto all’Italia. Tuttavia, poiché l’Arizona non applica l’ora legale, se viaggiate in estate vi ritroverete in realtà 9 ore indietro. Questo può un po’ confondere, per questo motivo ho creato un articolo dedicato, da leggere se volete approfondire l’argomento. Per farla breve, se arrivate da Las Vegas o Page, non dovrete cambiare l’ora. Se arrivate dallo Utah, quindi Zion o Bryce Canyon, dovrete invece portare le lancette indietro di un’ora.

A differenza del South Rim, al Grand Canyon North Rim non esiste nessun servizio di navetta, dovrete quindi muovervi in automobile.

Nel parco ci sono due strade asfaltate, e una sterrata. La AZ-67 è quella che entra nel parco da nord, e conduce al Grand Canyon Lodge e al Visitor Center. La Cape Royal Road è la strada panoramica del parco. Si addentra nella foresta in un saliscendi di tornanti fino a Cape Royal, con tanti belvedere e accessi ai vari sentieri di trekking.

La Point Sublime Trail Road è invece una strada sterrata, che parte dal campeggio e porta al meraviglioso punto panoramico Point Sublime. Se volete percorrere questa strada fate molta attenzione, perché in caso di pioggia più diventare impraticabile. Inoltre, la maggior parte delle assicurazioni non copre eventuali danni avvenuti su sterrato.

Quando andare

Il Grand Canyon North Rim è aperto solamente nel periodo estivo, dal 15 maggio al 15 ottobre. Questo, a causa delle abbondanti precipitazioni nevose, circa 3,5 metri l’anno contro i 1,5 metri del South Rim.

Al di fuori di questa finestra, è possibile comunque visitare il parco fino al 1 dicembre, anche se con una riduzione del servizio. Per esempio, alcuni trail restano chiusi, e il ristorante lavora ad orario ridotto. Oltre questa data, le strade di accesso al parco vengono sbarrate fino alla primavera.

In quale itinerario inserire il Grand Canyon North Rim

Nella programmazione di un itinerario in USA, uno degli errori più comuni è pensare che il Grand Canyon North Rim sia interscambiabile con il South, o addirittura pensare di vederli entrambi in un giorno. Anche se la distanza aerea tra i due è di appena 33 km, per passare da un versante all’altro in auto occorre percorrere circa 350 km, passando da Page.

Il North Rim si sposa molto bene con il Grand Circle, un viaggio a tutta natura nei parchi rossi di Arizona e Utah, con Las Vegas come unica grande città. Se avete molti giorni a disposizione, direi almeno 3 settimane, potte inserire il North Rima anche nell’itinerario Real America, facendo un giro ad anello su Las Vegas.

Per il classico itinerario nella costa Ovest degli USA, consiglio invece di visitare i South Rim.

Info pratiche

Il Grand Canyon North Rim si trova ad un’altitudine di circa 2500 metri. Anche in estate, portate qualcosa di caldo per la mattina e la sera.

L’ingresso, valido per 7 giorni consecutivi, costa 35$ per un’automobile con un massimo di 4 passeggeri, 30$ per una moto con al massimo 2 passeggeri, e 20$ a testa per peoni e ciclisti. Se presidiate, potete pagare alle torrette di ingresso lungo la AZ-67. In alternativa, rivolgetevi al Visitor Center, aperto dalle 8.00 alle 18.00. Se, al vostro arrivo, dovesse essere tutto chiuso, potrete usare la macchinetta automatica all’esterno del Visitor Center, oppure attendere la mattina successiva.

Dato che il Grand Canyon è un parco nazionale appartenente al circuito NSP; potrete anche acquistare o utilizzare il pass annuale America The Beautiful, che costa 80$ e permette l’accesso a tutti i parchi nazionali per un anno. leggete tutte le info sul pass annuale nell’articolo dedicato.

Prima di partire, controllate le condizioni attuali delle strade ed eventuali chiusure su questa pagina. sempre sul sito ufficiale è disponibile la mappa del parco.

Dove alloggiare e servizi

Per visitare bene il Grand Canyon North Rim, vi consiglio di dormire nel parco. Questo perché, a differenza del South Rim, il versante settentrionale è più isolato. La città più vicina, Jackob Lake, si trova infatti a ben 70 km dal parco, il che rene complicato organizzarsi per i momenti più belli della giornata, l’alba e il tramonto.

All’interno del parco ci sono un solo hotel e un solo ristorante. Il Grand Canyon Lodge dispone di cottage nella foresta e un piccolo motel, con prezzi che vanno dai 1804 a notte in su, senza colazione. Non esattamente economico, ma non avrete altra scelta. Per contro, il ristorante ha prezzi abbastanza onesti, considerando la location.

Se questa cifra dovesse essere proibitiva, provate a cercare al Kaibab Lodge, 30 km a nord del parco. Qui, le stanze partono dai 120$ a notte.

Entrambe le strutture devono essere prenotate con larghissimo anticipo, le stanze sono poche e si riempiono velocemente. Se non doveste trovare posto, non vi resterà che allontanarvi ulteriormente fino a Jackob Lake, dove si trova il Jacob Lake Inn, famoso per i suoi buonissimi cookies.

Oltre al ristorante, presso il Visitor Center troverete un negozio di souvenir e una piccola caffetteria che serve insalate e panini (solo a pranzo). All’ingresso del campeggio ci sono un minimarket e un benzinaio, anche se io vi consglio di fare rifornimento al North Rim Country Store, che si trova sulla AZ-67 di fronte al Kaibab Lodge.

Quanto tempo occorre per visitare il Grand Canyon North Rim

Il North Rim è relativamente più piccolo rispetto al South. Per visitare le due aree principali, quella attorno al Visitor Center e la Cape Royal Road, con i vari punti panoramici e 2/3 sentieri di trekking, mettete in conto una giornata intera, o sue mezze giornate se arrivate nel pomeriggio.

Se volete visitare anche la Point Sublime Road, considerate mezza giornata in più, mentre per percorrere i sentieri più impegnativi, che scendono fino al fiume Colorado, vi occorreranno più giorni.

South Rim o North Rim?

Come già detto, nel programmare un viaggio in USA, viene quasi automatico scegliere il South Rim, più famoso e fruibile. Una volta appresa l’esistenza del più intimo North Rim, sorge però l’amletico dubbio su quale dei due versanti sia meglio visitare.

Io, solitamente, consiglio il North Rim solo a chi ha già visto il South. Se è la prima volta che visitate la zona, scegliete il South Rim senza ombra di dubbio. Ci sono più punti panoramici, c’è la navetta per ammirarli tutti, e avrete a disposizione più servizi.

Se siete appassionati di trekking, e detestate la confusione, scegliete allora il North Rim, dove troverete più sentieri di difficoltà medio/semplice, e molta meno gente.

Grand Canyon North Rim, cosa vedere

Data la relativa assenza di punti panoramici accessibili dalla strada, la principale attività al Grand Canyon North Rim è il trekking.

Dei 12 sentieri ufficiali, 5 sono molto impegnativi, e richiedono una buona preparazione fisica e la necessità pernottare sul fondo del canyon, poiché è impossibile scende fino al fiume e risalire nella stessa giornata.

North Rim Visitor Center e Grand Canyon Lodge

Questa sarà la zona che visiterete per prima, essendo il punto di accesso del parco. Per prima cosa, passate da Visitor Center per pagare e prendere la mappa del parco.

Dirigetevi quindi verso il ristorante, dove potrete gustare una bibita rinfrescante ammirando lo spettacolo della natura dalla terrazza panoramica. Se avete modo di arrivare per il tramonto, ancora meglio.

North Rim al tramonto dal Grand Canyon Lodge

Da qui partono alcuni dei sentieri di trekking più interessanti del parco:

  • Bright Angel Point Trail. Da non confondere con il Bright Angel Trail, questo semplice percorso pavimentato è l’ideale per chi vuole ammirare il canyon senza fare troppa fatica. Vi si accede direttamente dalla terrazza del ristorante, e conduce a un belvedere molto gettonato all’alba e al tramonto.
  • Transept Trail, 5 km con 85 metri di dislivello. Parte dal Lodge e arriva al campeggio, con viste parziali sul Canyon.
  • Bridle Path, 6 km con 80 metri di dislivello. Non è tra i trail migliori, ma vi permette di collegarvi al North Kaibab Trail e Ken Patrick Trail
  • Widforss Trail, 15 km con 300 metri di dislivello. Per arrivare all’imbocco, dovrete entrare nella sterrata che porta a Point Sublime. Il sentiero conduce a un punto panoramico stupendo, ma è davvero impegnativo.
  • Uncle Jim Trail, 7.5 km con 225 metri di dislivello. Parte dal parcheggio del North Kaibab Trail, è prevalentemente nel bosco, con qualche scorcio carino.
  • North Kaibab Trail. Il percorso completo vi permetterà di arrivare fino al South Rim. Se volete arrivare al Colorado, o al South Rim, mettete in conto di pernottare nel canyon. Potete anche scendere solo fino a Coconino Overlook, oppure al Supai Tunnel. Fate riferimento a questa pagina per leggere le distanze in dettaglio.

Cape Royal Scenic Drive

Per imboccare la Cape Royal Road dovrete prendere la AZ-67 in uscita, e poi svoltare a destra poco dopo il parcheggio del North Kaibab Trail. La strada è ben indicata. Questa splendida strada panoramica i 30 km è tutta un susseguirsi di tornanti e saliscendi tra boschetti di conifere, e dà accesso a diversi punti panoramici e sentieri di trekking.

  • Point Imperial, il punto più alto del parco
  • Vista Encantada
  • Roosevelt Point
  • Walhalla Overlook
  • Cape Royal, il punto panoramico più famoso, raggiungibile con un breve sentiero pavimentato. Da qui potrete ammirare una bella finestra naturale, e poi le straordinarie formazioni rocciose conosciute come Freya Castle, Vishnu Temple, e Wotans Throne. Con un binocolo, riuscirete persino a vedere la torretta di Desert View, sul South Rim.

Questi sono i sentieri di trekking:

  • Cape Final Trail, 6.4 km con 150 metri di dislivello. Il sentiero è prevalentemente nel bosco, riparato dal sole, con diversi scorci sul Canyon. Alla fine del trail, si aprirà davanti a voi Cape Final, in tutta la sua maestosità.
  • Ken Patrick Trail, completo 16 km con un dislivello di 370 metri. E’ un sentiero molto impegnativo. Comincia dal parcheggio del North Kaibab Trail e arriva fino a Point Imperial, congiungendosi con l’Uncle Jim Trail.
  • Cliff Spring Trail, 1.6 km con un dislivello di 90 metri. Parte da Cape Royal e corre lungo una parete di roccia, arrivando a un antico granaio indiano, e a una sorgente d’acqua non potabile.

Vuoi saperne di più?

Se hai ancora dubbi e curiosità, scrivimi o lascia un commento qui sotto, e sarò felice di risponderti il prima possibile!

Questo post è stato utile? Vota!

Average rating 1 / 5. Vote count: 1

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?

Lascia un commento