West

Il Grande Ovest Americano

Hollywood

Il classico dei classici, il tour da fare “almeno una volta nella vita”. L’itinerario nell’Ovest degli Stati Uniti è il tour perfetto per la vostra prima volta negli States, impossibile restare delusi.

La California rappresenta il sogno americano per eccellenza, incarnato soprattutto nelle sue città, Los Angeles e San Francisco. Chi non ha mai sognato di passeggiare sul lungomare di Santa Monica?

E poi ci sono i parchi, e la grandiosa natura americana, capace di lasciare a bocca aperta anche i più scettici. Grand Canyon, Monument Valley e Bryce Canyon sono solo alcuni esempi delle meraviglio di questo viaggio.

Questo itinerario è l’ideale perché si passa dalle città alla natura incontaminata, dal deserto ai parchi di montagna, non manca neanche un “viaggio nel tempo” tra i paesini della Route 66.

Hackberry Store lungo la Route 66
Hackberry Store lungo la Route 66

Indubbiamente, è un tour molto gettonato e turistico. Aspettatevi di trovare una gran folla, soprattutto nei parchi naturali.


Itinerario

L’ideale sarebbe avere tre settimane, per avere una panoramica completa della regione. Tuttavia, con i dovuti tagli, e un volo multicity, è possibile farlo anche in due settimane.

Una cosa molto importante è che San Francisco sia o all’inizio, o alla fine del viaggio. In questo modo, potrete noleggiare l’auto dopo la visita della città, o prima. I parcheggi sono molto cari, ed in più i mezzi funzionano bene, l’auto sarebbe solo d’impiccio.

Ho indicato il nome dei parchi come destinazione, perché è preferibile dormire dentro al parco stesso. Le città più vicine ai parchi possono distare anche 100 km, facendovi perdere i momenti “magici” di alba e tramonto.

Giorno 1Italia – San FranciscoItalia – San Francisco
Giorno 2San FranciscoSan Francisco
Giorno 3San FranciscoSan Francisco
Giorno 4San Francisco – Yosemite San Francisco
Giorno 5Yosemite – Mono Lake San Francisco – Morro Bay
Giorno 6Mono Lake – Death Valley Morro Bay – Los Angeles
Giorno 7Death Valley – Las Vegas Los Angeles
Giorno 8Las Vegas – Bryce CanyonLos Angeles – Kingman
Giorno 9Bryce Canyon – PageKingman – Grand Canyon
Giorno 10Page – Monument ValleyGrand Canyon – Page
Giorno 11Monument – Grand CanyonPage – Monument Valley
Giorno 12Grand Canyon – KingmanMonument Valley – Moab
Giorno 13Kingman – Los AngelesMoab
Giorno 14Los AngelesMoab – Bryce Canyon
Giorno 15Los Angeles – ItaliaBryce Canyon – Zion
Giorno 16Zion – Las Vegas
Giorno 17Las Vegas
Giorno 18Las Vegas – Death Valley
Giorno 19Death Valley – Mono Lake
Giorno 20Mono Lake- Yosemite
giorno 21Yosemite – San Francisco
Giorno 22San Francisco – Italia

Volete maggiori info su questo itinerario? Contattatemi, o lasciate un commento all’articolo!


Per chi è pensato l’itinerario

Questo itinerario è adatto a chi:

  • non ha mai visto gli Stati Uniti e vuole vedere il più possibile
  • vuole vivere il “sogno americano” tra le location di Hollywood e dei film western
  • non ha problemi a guidare per diverse ore ogni giorno

Questo itinerario NON è adatto a chi

  • conosce già gli USA e desidera vedere qualcosa di diverso dal solito
  • non vuole guidare per molti kim, e desidera dedicarsi a d una porzione più piccola del Paese

Quando andare

La California è perfetta tutto l’anno. I parchi naturali sono belli in ogni stagione, cambiano le impressioni e l’atmosfera, ma la meraviglia resta.

Se i parchi sono sempre aperti, purtroppo non lo sono le strade. In inverno e fino a primavera inoltrata, la Tioga Pass, la strada che taglia lo Yosemite, è chiusa. Controllate qui le date di apertura degli ultimi anni. L’estate è il periodo più affollato, caldo e costoso. Visitare parchi come la Death Valley può essere un problema, la temperatura arriva anche a 45-50 gradi.

A mio avviso i periodi migliori sono le mezze stagioni, quando non ci si deve alzare troppo presto per vedere l’alba, si riesce a fare tanti percorsi di trekkiing visto che non fa molto caldo, e i prezzi tendono a scendere.


Cosa vedrete

Prima parte: California e Arizona

Dedicate un paio di giorni alla visita di San Francisco, città eccentrica e multietnica, simbolo di accoglienza.

Fate come i locali, girate la città a bordo del cable car, che vi porterà a visitare le principali attrazioni turistiche: Lombard Street, Union Square, Chinatown… Non dimenticate il Golden Gate Bridge e, il Pier 39 e l’isola-penitenziario di Alcatraz.

Il Golden Gate Bridge a San Francisco

Dopo San Francisco, i due itinerari si dividono, a seconda che abbiate due o tre settimane. Poiché le tappe delle due settimane sono comunque incluse nelle tre, mi limiterò alla descrizione del secondo itinerario, quello più lungo.

Percorrete la US-1, una delle strade più panoramiche degli Stati Uniti, e raggiungete la caotica Los Angeles. Il traffico di questa città può essere davvero snervante, per questo, se potete, cercate di essere qui nel weekend.

Una giornata intera vi basterà per vedere le cose principali: Hollywood, Santa Monica e il Griffith Observatory. Potete anche fare un giro a Beverly Hills, anche se in realtà vedrete solo delle grandi cancellate!

Lasciate il caos e la California ed entrate in Arizona. Kingman vi servirà di appoggio per il giorno successivo, quando percorrerete uno dei tratti più caratteristici della Historic US-66, tra Kingman e Williams.

Il primo parco naturale dell’itinerario nell’ovest degli Stati Uniti non poteva che essere il Grand Canyon. E’ il parco per eccellenza. Quando vi affaccerete a Mather Point, il primo punto panoramico accanto al Visitor Center, la sua vastità vi lascerà senza fiato.

Il Grand Canyon a Desert View

Ma non finisce qui: continuate verso Page, cittadina dell’Arizona dove ammirerete l’Horseshoe Bend, un’ansa del Colorado a forma di ferro di cavallo, e gli stretti canyon Antelope (ce ne sono due, lower e upper, entrambi super affollati).

La tappa successiva è la mitica Monument valley, e qui sarete nel vero paseaggio dei film western. Impossibile non innamorarsene, anche se anche questa zona ‘è ormai molto turistica.

Monument Valley
Monument Valley

Un po’ di Utah… e Las Vegas

Entrate nello Utah per visitare due parchi stupendi: Arches e Canyonlands, tra archi naturali e canyon a perdita d’occhio. La vostra base per questi due giorni sarà Moab, una cittadina ben attrezzata con hotel, negozi e ristoranti.

Proseguite la scoperta dei parchi rossi a Capitol Reef, e poi raggiungete il Bryce Canyon. Anche questi due parchi vi lasceranno la meraviglia negli occhi, soprattutto il Bryce Canyon, con i suoi hoodoos, a metà tra il rosa e l’arancione, così particolari da sembrare finti.

Bryce Canyon

Continuate con lo Zion National Park. Prende il nome dalla terra promessa dei mormoni, Sion, o, appunto, Zion. Il parco nasce nella valle dove il Virgin River crea un canyon tra le montagne, ed è il parco perfetto per fare trekking.

Dopo tutto questo camminare, godetevi infine un po’ di relax a Las Vegas.

Back to California

Dopo una meritata pausa nella città del peccato, proseguite l’itinerario nell’Ovest degli Stati Uniti in California.

La Death Valley è un deserto bollente, da visitare di prima mattina, o nel tardo pomeriggio. Non pensate che non ci sia nulla da vedere: Zabriskie Point, Artist Drive e Badwater basin sono tra i punti panoramici più belli al mondo. E ne ho elencati solamente tre.

on the road
Death Valley

A questo punto, lasciate le terre desertiche per un cambio drastico di scenario. Tra Mono Lake e Yosemite, vi sembrerà di essere sulle nostre Dolomiti. Anche qui, avrete molteplici possibilità di fare trekking, e di vedere le gigantesche sequoie.

A questo punto, non vi resta che tornare a San Francisco, per chiudere il vostro itinerario nell’ovest degli Stati Uniti, là dove è cominciato.


Seguici su:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto