Yellowstone National Park, visitare l’Old Faithful e l’Upper Geyser Basin

You are currently viewing Yellowstone National Park, visitare l’Old Faithful e l’Upper Geyser Basin
  • Categoria dell'articolo:Yellowstone
  • Ultima modifica dell'articolo:21 Maggio 2021
  • Tempo di lettura:7 mins read
  • Commenti dell'articolo:1 commento
Condividi:
0
(0)

Lo Yellowstone National Park è il primo parco nazionale degli USA, istituito nel 1862, ed ogni anno è tra i parchi più visitati del Paese. Un parco immenso, grande pressappoco quanto la nostra Umbria, che vanta tante zone diverse, tutte da scoprire: terrazze calcaree, un canyon, lo splendido lago e tante foreste con sentieri di trekking.

Ma la maggior parte dei visitatori viene qui per la zona geotermale. Il parco sorge sull’immensa caldera del vulcano Yellowstone, ed è tra i posti più vivi e mutevoli del pianeta. All’interno del parco vi sono delle aree specifiche, denominate “basin”, dove la concentrazione di geyser e pozze colorate è più alta.

Quando pensiamo allo Yellowstone, la prima attrazione che ci viene in mente è l’Old Faithful, il geyser più famoso del mondo. Vediamo allora come visitarlo, con un bel giro anche della zona circostante.

Vuoi ricevere la guida in pdf dello Yellowstone?

iscriviti alla newsletter mensile, e scarica subito la tua copia omaggio!

Costi e orari

Il parco è aperto 365 giorni all’anno, 24 ore su 24.

Tuttavia, la Grand Loop Road, la strada a forma di 8 che unisce tutti i punti di interesse del parco, è aperta solo tra maggio e metà ottobre, con periodi variabili in base alle nevicate. Controllate online le aperture stagionali prima di organizzare il vostro viaggio.

Il costo d’ingresso per lo Yellowstone National Park è:

  • 35$ per un veicolo non commerciale con massimo 4 passeggeri
    30$ per una moto o motoslitta con massimo 2 passeggeri
  • 20$ per l’ingresso individuale a piedi, bici, sci etc.

Il biglietto è valido per 7 giorni dal primo accesso. Poiché lo Yellowstone fa parte dei circuito dei parchi federali NPS, è possibile accedere con la
tessera annuale America the Beautiful, che ha un costo di 80$ ed è valida per un anno. La tessera è nominale e non può essere ceduta.

E’ possibile acquistare il biglietto e/o il pass ai caselli di ingresso e presso i Visitor Center. Verificate sempre i costi aggiornati sul sito ufficiale.

Scopri come usare il pass, e quali sono le diverse tipologie di parchi americani!

Come arrivare

L’area dell’Old Faithful è tra le meglio attrezzate e più facilmente raggiungibili dello Yellowstone. Ci troverete un ampissimo parcheggio, un hotel con vista strepitosa sul geyser, ufficio del turismo, minimarket e ristoranti.

L'Old Faithful Lodge offre una meravigliosa vista sul geyser più famoso del mondo
L’Old Faithful Lodge offre una meravigliosa vista sul geyser più famoso del mondo
  • Arrivando dal Grand Teton, seguite la US191, che qui diventa la famosa Loop Road, verso nord fino ad entrare nel parco. Continuate per circa 65 km dall’ingresso sud, oltrepassando il lago e West Thumb, un’altra famosa zona geotermica.
  • Da West Yellowstone, dovrete seguire sempre la US191, ma stavolta verso sud, per 50 km circa.
  • Se invece la vostra base è Cody, dovrete mettere in conto quasi 200 km, e tre ore di tragitto (vi ricordate quando vi ho detto che il parco è grande?). Seguite la US 14 verso ovest, girate attorno al lago fino a West Thumb, e da lì prendete la Loop Road, o US 191.

Quando andare

Tenete sempre conto dell’apertura stagionale della Loop Road, indicativamente da metà Maggio a metà Ottobre. Per info più certe, visitate questa pagina. In ogni caso vi sconsiglio di programmare un viaggio allo Yellowstone nei periodi a rischio, in quanto l’apertura della strada dipende dalle nevicate. Noi siamo stati a inizio Settembre, e la settimana dopo ci sono stati già i primi fiocchi.

L’estate è il periodo migliore per visitare l’Old Faithful e l’Upper Geyser Basin, e lo Yellowstone in generale.

Per quanto riguarda, invece, l’ora del giorno, meglio la mattina. Troverete meno folla, e le pozze colorate saranno più limpide. La Morning Glory Pool, una delle pozze più famose del parco, ha questo nome fantasioso proprio perché i suoi colori sono più vivaci di mattina.

Cosa sono l’Old Faithful e l’Upper Geyser Basin

L’Old Faithful fa parte dell’area geotermica dello Yellowstone indicata come “Upper Geyser Basin”, dove vedrete molti altri geyser e pozze colorate.

Anche se si chiama “Upper”, in realtà questa è la zona geotermica più a sud del parco. Questo perché il fiume Yellowstone scorre da sud a nord, quindi la parte meridionale è considerata quella “superiore”.

panoramica sull’Upper Geyser Basin

Il sottosuolo dello Yellowstone è un labirinto di canali idrici, che alimentano i geyser e le pozze. I frequenti terremoti (di intensità minima, non vi preoccupate!) in quest’area fanno si che le pozze e i geyser nascano e muoiano di continuo. Se un terremoto rompe i canali di collegamento di un geyser, questo cessa la sua attività. L’acqua bollente e in pressione cercherà poi un altro punto di sfogo, dando vita a un nuovo geyser.

Questo, molto in soldoni. All’interno del parco ci sono diverse aree informative dove potrete imparare qualcosa di più.

L’Old Faithful è il geyser più famoso del mondo, ma perché?

Non è il più grande, non è il più vecchio, non è il più spettacolare. Ma ha un grande vantaggio sui suoi fratelli. Erutta con una precisione incredibile, ogni 90 minuti circa, e le sue eruzioni durano 2,30 minuti. Per questo è chiamato “vecchio fedele”. Ciò è possibile perché questo geyser non è collegato ad altre sorgenti di acqua termale, e risente meno dell’attività magmatica sottostante.

Insomma, avrete la certezza di vedere almeno un’eruzione dell’Old Faithful. La stessa cosa non più essere detta degli altri geyser. Alcuni eruttano ogni giorno, altri ogni pochi minuti, altri ancora ogni tot anni. Per vedere l’eruzione del Giant Geyser, per esempio, occorre una massiccia dose di fortuna. Nessuna eruzione dal 2011 al 2016, 3 nel 2017, mentre il 2018 ne ha viste ben 7.

Come visitare l’Old Faithful e l’Upper Geyser Basin

Old Faithful

Recatevi all’ufficio informazioni per sapere a che ora sarà la prossima eruzione, poi prendete posto nell’enorme anfiteatro allestito per il gran numero di visitatori.

Vi accorgerete che sta per iniziare, perché il cratere comincerà pian piano a ribollire. Preparate cellulare e macchina fotografica, e lasciatevi andare a due minuti e mezzo di pura potenza della Natura. Il getto d’acqua può arrivare a più di 50 metri!

Upper Geyser Basin

L’Upper Geyser Basin è un semplice sentiero ad anello lungo 7 km, con una versione più breve di 5 km se saltate la terrazza panoramica Observation Point. Il tempo di percorrenza è circa 1 ora e mezzo, dovreste quindi riuscire a tornare all’Old Faithful in tempo per l’eruzione successiva.

Attraversate il Firehole River per cominciare il trail, e ricordatevi di restare sempre sulle passerelle, il suolo qui è molto fragile.

Vi sembrerà di essere sulla luna, in un paesaggio brullo, costellato di pozze e piccoli geyser, un continuo ribollire e rumoreggiare sotto i vostri piedi. L’aria è perennemente impregnata dell’odore di zolfo. Non ci sono alberi perché il calore dell’acqua sotterranea (120° circa) ne cuoce, letteralmente, le radici.

Ecco i principali geyser che vedrete lungo la strada. Accanto ad ognuno di essi troverete pannello che ne indica le ultime eruzioni, e le prossime previste.

  • Grand Geyser
  • Grotto Geyser, che erutta ogni 8 ore circa, è tra i più belli, e continua a ribollire anche dopo l’eruzione. Accanto ad ogni geyser troverete un .
  • Giant Geyser, da spento, sembra un immenso tronco cavo. Le sue eruzioni possono durare anche un’ora, e arrivare a 75 metri di altezza.
  • Castle Geyser, il più imponente, con il suo cono così immenso da sembrare una costruzione umana. Erutta ogni 10-12 ore, per circa 20 minuti.

Al termine del sentiero per visitare l’Old Faithful e l’Upper Geyser Basin si trova la Morning Glory Pool. Rispetto alla Grand Prismatic è minuscola, ma le sue meravigliose sfumature di giallo e verde l’hanno resa una delle più famose del parco. Purtroppo, questa sorgente è a rischio, a causa del comportamento sconsiderato di molti visitatori. In tanti gettano al suo interno monete e altri oggetti, che di fatto soffocano la pozza Gli addetti la puliscono regolarmente, ma i suoi colori hanno già perso intensità e, se questa pratica continua, presto la Morning Glory Pool non esisterà più.

Altre zone dello Yellowstone National Park

State organizzando un viaggio allo Yellowstone? Leggete allora anche gli approfondimenti sulle altre zone del parco.

Grand Prismatic Spring

La meravigliosa Grand Prismatic Spring è la pozza più grande dello Yellowstone. Del diametro di ben 123 metri, è un autentico arcobaleno, i cui colori spaziano dal blu profondo del centro all'arancione infuocato del bordo. Per godervela al meglio, seguite il sentiero di 1 km che parte dal parcheggio delle Fairy Falls, e conduce a una terrazza panoramica.

Norris Geyser Basin

Il Norris Geyser Basin è l'area geotermale più vecchia, calda e mutevole del parco. Si divide in due parti: il Porcelain Basin e il Black Basin. Qui si trovano pozze di acqua lattiginosa, fumarole, ed un numero incredibile di geyser tra cui lo Steamboat, il geyser più alto del mondo.

Mentre camminate sulle passerelle in legno, fermatevi ad ascoltare lo scoppiettare della terra e il sibilo delle fumarole. Annusate l'aria, carica di zolfo: il Norris Geyser Basin è una vera esperienza multisensoriale.

Grand Canyon dello Yellowstone

Lo Yellowstone National Park ha anche un suo personalissimo Grand Canyon. Situato nella zona centrale del parco, a breve distanza dal lago, il canyon è lungo appena 20 miglia, ma ricchissimo di sentieri e attrazioni.

In quest'area ci sono due cascate, le Lower e le Upper Falls. Le prime sono le più alte e spettacolari, con un salto di 94 metri. Il punto panoramico più suggestivo è Artist Point, con una visuale da sogno sulle Lower Falls e le rocce giallastre che le circondano, il tutto incorniciato dalla verde vegetazione.

Mammoth Hot Springs

Nella zona più settentrionale del parco troviamo le Mammoth Hot Springs, curiose terrazze calcaree di un bianco accecante, con striature colorate. Dalle sorgenti sotterranee sgorga calda acqua termale, che trasforma le terrazze in copiose cascate pietrificate. Prendete il sentiero che parte dal parcheggio per visitarle tutte.

Infine, non dimenticare di leggere i miei 10 consigli per organizzare la visita dello Yellowstone National Park!

Vuoi saperne di più?

Se hai ancora dubbi e curiosità, scrivimi o lascia un commento qui sotto, e sarò felice di risponderti il prima possibile!

Questo post è stato utile? Vota!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?

Questo articolo ha un commento

  1. Amy

    Thanks for the link to our 2018 Most Visited article – glad you enjoyed Yellowstone!

Lascia un commento