Europa

Trekking a Tenerife: visitare la Montana Roja

Abbiamo già visto in altri articoli quanto Tenerife ria ricca di sentieri di trekking. Ce n’è per tutti i gusti, dai più brevi ai più impegnativi, immersi nella foresta di Laurisilva, oppure in cima al vulcano.

Oggi vi voglio parlare di un sentiero molto popolare, la Montana Roja (montagna rossa), uno tra i più battuti dell’isola.

Il sentiero è molto frequentato perché è vicino ad alcune delle principali spiagge dell’isola, tra la ventosa El Médano e l’immensa La Tejita. Per questo motivo, è frequentato non solo da escursionisti, ma anche dai bagnanti che vogliono prendersi una pausa dall’oceano.

E’ un sentiero molto breve, che però nasconde qualche insidia. Vediamo quindi tutti i consigli per visitare la Montana Roja a Tenerife


Come arrivare

La Montana Roja è uno dei punti più riconoscibili dell’isola, davvero difficile non vederla. La sua sagoma appuntita e il deciso colore rosso sono inconfondibili.

Visitare la Montana Roja a Tenerife
L’inconfondibile Montana Roja

Sia che arriviate da Santa Cruz, sia che arriviate da Los Cristianos, dovrete prendere l’autostrada TF 1, e uscire a San Isidro. Da qui, imboccate la TF-64 verso El Médano, e poi al bivio prendete la TF-643 sulla destra. Proseguite fino all’ampio parcheggio sterrato.

Noterete subito che non c’è un unico sentiero che porta alla base della montagna. Noi abbiamo preso quello principale, che vira verso la spiaggia di El Medano sulla sinistra. Ma ci sono anche delle varianti più brevi, se prendete quello che prosegue dritto dal parcheggio.


Per la vostra sicurezza

Come vi dicevo, visitare la Montana Roja è una delle attività più popolari a Tenerife, per via della posizione.

Vi invito comunque a non sottovalutare questo sentiero. Pur essendo breve, è molto ripido, e il terreno è sabbioso e sdrucciolevole, in particolare in discesa.

visitare la Montana Roja a Tenerife
Il costone rosso della montagna

Io ho visto molte persone intraprendere la salita in infradito e pareo, ed è una cosa che non consiglio assolutamente. Per il pareo fate come preferite, ma indossate almeno delle scarpe adatte, con un buon grip.

Il sentiero è tutto sotto il sole, è fondamentale avere almeno una bottiglietta d’acqua e un cappellino. Fate attenzione anche al vento, vi trovate su un promontorio che divide due spiagge, una delle quali è la più ventosa dell’isola. le folate possono essere molto forti.


Il sentiero

Non ci sono scappatoie, qui il percorso è tutto in salita! Man mano che proseguirete, vedrete un panorama sempre più ampio sulle spiagge e sull’aeroporto, che magari è un po’ meno fotogenico!

Ovviamente, la vista arriva fino all’onnipresente vulcano Teide, una costante di Tenerife.

Il vento sferza costantemente le gambe, rendendo la salita a tratti difficoltosa, le scarpe e le caviglie si tingono immediatamente del rosso del terreno. L’ambiente è molto arido, le poche piante sono cespugli resistenti e cactus.

La vetta sembra non arrivare mai ma, quando ci si arriva, la vista ripaga di tutta la fatica. La piccola costruzione ripara anche dal vento, ed è incredibile la differenza tra il lato del Medano, con il vento costante, e il lato di La Tejita, calmo e placido.

Lavista su El Medano, la spiaggia dei surfisti

La vista spazia a 360 gradi, e vorrete non andarvene più.

Quando finalmente decidete di scendere, fate molta attenzione alle persone che stanno salendo, e al terreno scivoloso. Potete anche scegliere di scendere seguendo un’altra strada, per cambiare la visuale.

la vista su Playa La Tejita

Potete scegliere di visitare la Montana Roda a Tenerife se non avete molto tempo per fare altri sentieri più lunghi, e volete godervi soprattutto la vita di mare.


Ti piace fare trekking? Leggi tutti i miei articoli!

Seguici su:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto