Cosa fare a Montgomery
East

Cosa vedere a Montgomery, capitale dell’Alabama

Montgomery, e l’Alabama in generale, non sono la prima meta che viene in mente quando si programma una vacanza negli USA. Dell’Alabama conosciamo storie di schiavismo, leggi retrograde, e razzismo malcelato. Ma questa è anche la terra delle lotte per l’uguaglianza, dove moltissimi cittadini ancora combattono e protestano per i propri diritti,

La chiesa dove predicava Martin Luther King

Per capire meglio l’Alabama, la sua storia e la sua cultura, la cosa migliore è visitarne la capitale, Montgomery. Una città protagonista di alcune delle pagine più buie della storia degli Stati Uniti. Una storia che però non deve essere dimenticata, anzi. Deve essere studiata e analizzata, affinché queste cose non si ripetano.

Le cose da vedere a Montgomery non sono molte, ma significative. Perché gli eventi di questa città hanno lasciato il segno in tutti gli Stati Uniti.


Come arrivare e dove soggiornare

Se avete in mente di visitare Montgomery, molto probabilmente lla inserirete in un tour del sud degli Stati Uniti, quindi presumo che sarete in auto.

Da Atlanta, usate la I-85, mentre da New Orleans prendete la I-65. A Montgomery esiste anche un aeroporto, che però è regionale, e non collegato con l’Italia. La scelta migliore è sicuramente atterrare ad Atlanta, e noleggiare un’auto.

In città, vi potete muovere tranquillamente con l’auto. Pur essendo una capitale (ma pur sempre la capitale del terzo stato più povero degli USA), Montgomery è poco trafficata, e i parcheggi hanno un costo accessibile anche in pieno centro.

La città è estesa come superficie, quindi vi conviene usare la macchina per spostarvi da un’attrazione all’altra.

Per dormire, io vi consiglio il Lattice Inn, un b&b minuscolo, di sole 2 camere, a conduzione famigliare. E’ una tipica casa del sud, con le sedie a dondolo nel porticato, e le stanze decorate in stile country. Qui abitano anche dei gatti, tenetelo presente in caso di allergie. Jim, il proprietario, è una persona squisita, con cui è piacevole parlare, e vi preparerà una fantastica colazione calda.

Colazione al Lattice Inn

Dormire in un b&b è la ciliegina sulla torta di un viaggio nel Sud, perché vi permetterà di vivere l’atmosfera tipica di questa regione, ed entrare in contatto con i locali.


Montgmonery istituzionale: il Capitol e la Casa Bianca

Non solo Washingtone DC, anche Montgomery ha la sua Casa Bianca. Nello specifico, si tratta della prima Casa Bianca della Confederazione.

La capitale storica della confederazione, nel suoi 4 anni di esistenza, era Richmond, in Virginia. Tuttavia, alla fondazione, il Presidente Davis scelse di vivere proprio qui, a Montgomery. Questa abitazione può essere visitata gratuitamente.

La prima Casa Bianca della Confederazione

Potrete fare un tour autoguidato, ma, con un po’ di fortuna, troverete un simpatico signore di New York che vi farà da guida. Almeno, così è stato per noi nel Settembre 2018. La casa è relativamente piccola, ma è interessante vederne gli arredi, e anche il piccolo negozio di souvenir.

Dalla Casa Bianca, basta attraversa la strada per arrivare alla seconda cosa da visitar a Montgomery, lo State Capitol.

L’edificio ha avuto anche la funzione di campidoglio della Confederazione, sempre nei pochi mesi in cui Montgomery ne è stata la capitale. Risale al 1850 circa, ed è di un bianco intenso ed abbagliante, soprattutto nelle giornate di sole.

Il bellissimo State Capitol, teatro di tante proteste

Proprio qui davanti si sono svolte moltissime manifestazioni legate ai diritti civili, molte delle quali guidate da Martin Luther King.

E’ possibile visitarne l’interno, ma ricordatevi che è un edificio governativo. Dovrete sottoporvi ai controlli di sicurezza, e diverse sale potrebbero essere chiuse. Le attrazioni principali, all’interno, sono la cupola decorata, e la splendida scala a spirale.

Fate comunque un giro del perimetro, per ammirare il Capitol in tutto il suo splendore, e anche gli edifici circostanti. Sono tutti edifici governativi. Sul lato nord, c’è una bella statua, commemorativa dei soldati confederati.


Diritti civili a Montgomery: Martin Luther King

Le più interessanti cose da vedere a Montgomery sono legate a Martin Luther King, che qui visse e predicò, e alla meno conosciuta Rosa Parks, paladina del Montgomery Bus Boycott.

Scendendo dalla scala principale del Capitol vedrete subito la Dexter Avenue King Memorial Baptist Church. E’ una piccola chiesa in mattoni rossi, che affaccia sulla strada principale. Se avete poco tempo, e potete vedere solo una cosa a Montgomery, deve essere questa chiesa.

I tour sono gratuiti, ogni ora dal martedì al sabato. Potrete vedere l’interno della chiesa, e il pulpito dal quale predicava Martin Luther King. Qui è stato organizzato il Montgomery Bus Boycott. Appena entrati, avvertirete subito una sensazione di familiarità, quante volte avete visto questa sala nei filmati in TV!

L’interno della Dexter Avenue King Memorial Baptist Church

Noi siamo arrivati troppo tardi per il tour, ma siamo stati molto fortunati. La signora delle pulizie ci ha visti fare foto alla chiesa. Ci ha abbracciati, ci ha chiesto da dove venissimo, e ci ha fatti entrare, anche se solo per pochi minuti. Ci ha detto “non potete essere venuti fino a qui, e non vedere l’interno”. Avevo le lacrime agli occhi.

E’ possibile prenotare anche un tour del Dexter Parsonage Museum, per vedere la casa canonica abitata dai King tra il 1954 e il 1960. Chiedete info in chiesa, oppure prenotate dal sito.


Diritti civili a Montgomery: Rosa Parks e il Montgomery Bus Boycott

Il 1 Dicembre del 1955, la sarta di colore Rosa Parks stava tornando a casa in autobus, dopo una giornata di lavoro. Non avendo trovato posto nei sedili riservati ai neri, si sedette immediatamente dietro l’autista, posto solitamente riservato ai bianchi. Ed infatti, non appena salito un passeggero bianco, l’autista le intimò di spostarsi. Rosa Parks si rifiutò di cedere il posto, e per questo venne arrestata.

Questa vicenda scatenò il celeberrimo Montgomery Bus Boycott, protesta guidata da Martin Luther King. I cittadini di colore si adoperarono per raggiungere il luogo di lavoro con altri mezzi, danneggiando così le entrate della società di trasporto pubblico.

La protesta si diffuse in tutto lo stato e nel sud segregato, al punto che le autorità cominciarono a promulgare leggi sempre più assurde, per costringere i neri ad utilizzare i mezzi pubblici. Lo stesso Martin Luther King fu arrestato, per aver dato un passaggio al alcune persone. Infine, quasi un anno più tardi, la segregazione razziale sui mezzi pubblici fu dichiarata illegale.

Cosa vedere a Montgomery per ripercorrere i passi di Rosa Parks? In Court Square troverete, indicata con un cartello, la fermata utilizzata dalla donna per salire sul famigerato autobus.

La fermata dell’autobus di Rosa Parks

200 metri più avanti, sul luogo dell’arresto sorge il Rosa Parks Museum. Sponsorizzato dalla Tory University, è un museo interattivo contenente oggetti, installazioni, fotografie e audio, per capire la segregazione, e l’atmosfera nell’Alabama degli anni ’50.

Un altro capitolo importante delle lotte per i diritti civili riguarda i Freedeom Riders. Poiché la segregazione sui mezzi pubblici continuò, di fatto, anche dopo il boicottaggio, negli anni ’60 gruppi di volontari attraversavano gli stati del Sud a bordo di pullman misti. Al loro arrivo a Montgomery, il 20 Maggio del 1961, furono “accolti” con estrema violenza dalla popolazione e dalle autorità.

Visitate il museo dedicato a questi giovani eroi.


La musica country a Montgomery: Hank Williams

Alleggeriamo un po’ l’atmosfera. Montgomery ha anche dato i natali a Hank Williams, il padre della musica country. Tra le cose da vedere a Montgomery, troviamo la sua statua, la sua tomba, e un museo a lui dedicato.

La statua commemorativa di Hank Willams

La statua si trova al 216 di Commerce Street e poco più indietro, al 118, c’è il museo. E’ aperto dalle 9 alle 18 dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 16 il sabato, e dalle 13 alle 16 la domenica. L’ingresso per un adulto costa 10$.

Anche se piccolo, il museo è pieno di costumi, stivali, dischi, tracce audio e video, e oggetti appartenuti a Hank Williams. C’è persino, cosa alquanto macabra, la Cadillac azzurra in cui fu trovato morto il giorno di capodanno del 1953. Aveva solamente 29 anni, e già alle spalle una vita di eccessi, che lo portarono alla morte per infarto.

Nel museo potrete ascoltare i suoi brani più famosi, da Lovesick Blues a Kaw-Liga, il commovente brano dedicato a un nativo americano. Però, non potrete fare foto. E’ tassativamente vietato anche utilizzare il cellulare all’interno del museo, perché ormai tutti i cellulari possono fare foto. Purtroppo, sono molto intransigenti su questa regola.

Infine, per terminare il tour delle cose da vedere a Montgomery, portate i vostri omaggi al padre della musica country al cimitero all’Oakwood Cemetery. La tomba si trova all’estremità orientale del cimitero, la troverete subito perché ci sono sempre alcuni turisti.


Dove mangiare

Tutto questo visitare vi ha messo fame? Provate l’ottima carne di Dreamland BBQ. E’ un locale enorme, dove assaggiare carne al barbecue a un prezzo assolutamente conveniente. Assaggiate le loro costine, ma anche la patata al cartoccio ripiena di pulled pork. Come dessert, non perdetevi il banana pudding.


Seguici su:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto