Fuori Porta

Una giornata al Lago d’Orta e Orta San Giulio

Il nord Italia è costellato di bellissimi laghi affacciati su splendidi paesaggi montani. Così belli, che anche gli stranieri vengono qui a passare le vacanze. Il lago d’Orta non è tra i più gettonati, e resta sempre un po’ defilatorispetto al suo vicino di casa Lago maggiore. Negli ultimi anni la sua popolarità è cresciuta, e sempre più persone vengono a visitare quello che, secondo una recente indagine del Telegraph, è il borgo più bello d’Italia.

In effetti, il paesino di Orta San Giulio, il Sacro Monte, e l’isola San Giulio sono dei veri gioiellini. Dall’alto, l’Isola sembra un diamante incastonato nell’azzurro del lago.

L'Isola san Giulio vista dal Sacro Monte
L’Isola san Giulio vista dal Sacro Monte

Si trova in provincia di Novara, e per chi abita nella zona di Milano è perfetto per una gita fuori porta.

Vediamo cosa fare in una giornata al Lago d’Orta.


Come arrivare

Da Milano dovrete percorrere 85 km. Prendete la A8 Milano Laghi, e a Gallarate prendete lo svincolo per Gravellona Toce. Uscite ad Arona ma, anziché andare verso il Lago Maggiore (a destra), seguite la SP 142 a sinistra, e poi la SP 229 fino a Orta San Giulio.

Da Torino sono 125 km. Prendete la A4 verso Milano e poi la A26 a Biandrate/Vicolungo. Uscite a Borgomanero e imboccate la SP 229 verso sinistra.

Ci sono due parcheggi ampi e comodi fuori dal centro storico, a questi indirizzi: Via Gustavo Fortana Alpino 103 e Via Panoramica 24. Non entrate in auto nel centro storico, cosa che in ogni caso non è consentita.

Potete anche parcheggiare in Via Panoramica 1, e visitare comodamente
il centro, il Sacro Monte, e la piccola frazione di Legro con il Trenino di Orta, da Marzo a Ottobre. A questo indirizzo si trova anche l’ufficio del turismo.


Orta San Giulio

La giornata al Lago d’Orta comincia da Orta San Giulio, piccolo comune di 1200 abitanti, parte del circuito “Borghi più belli d’Italia”. Sorge su una piccola penisola con un promontorio sul lato est del lago, quasi interamente circondata dal lago.

E’ un vero piacere passeggiare nel borgo, perdendosi tra le sue strette viuzza, da cui si aprono scorci pittoreschi sul lago e sull’Isola San Giulio.

Ogni via nasconde un piccolo tesoro, sia esso una casetta colorata, un negozietto dall’insegna particolare, una barchetta di pescatori ancorata al molo, una finestra decorata con piante e fiori.

Il fulcro del borgo è Piazza Motta, dedicata al partigiano Mario Motta. Qui si tengono tutti gli eventi del paese, dal mercato settimanale ai concerti. La piazza è chiusa sui tre lati da edifici storici, in particolare il Broletto, sulla destra nella foto qui sotto.

I palazzi signorili sugli altri lati della piazza sono tutti colorati, una palette arcobaleno resa ancora più brillante dal blu del lago. Tanti bar e ristoranti all’aperto animano la piazza.

Piazza Motta

Continuando verso sud, in Via Giovanneti, costeggiamo il lungo lago passando sotto a una serie di ponti che collegano gli edifici ai lati della strada. Arriviamo in fondo alla penisola, dove i ciottoli lasciano il posto alla strada asfaltata, per ammirare ancora l’Isola San Giulio e le barche di pescatori al largo nel lago.

Non perdetevi la Chiesa di Santa Maria Assunta, in posizione panoramica al termine di una ripida strada a ciottoli che sale da Piazza Motta. L’edificio risale al 1485, ma la facciata è più recente, essendo stata più volte rimaneggiata.

Chiesa di santa Maria Assunta
Chiesa di santa Maria Assunta

Altre attrazioni sono il Palazzo Gemelli e il Palazzo Penotti-Ubertini, accanto alla chiesa, e le ville liberty sul lato nord della penisola, per esempio Villa Motta e Villa Curioni-Mazzetti.


Sacro Monte di Orta

Dalla chiesa, continuate in salita su Via Gemelli per raggiungere il Sacro Monte.

Nietzsche lo ha definito “uno dei luoghi più suggestivi del mondo”; il Sacro Monte è una tappa imperdibile della giornata al Lago d’Orta, nonché un patrimonio Unesco.

Il parco conta 20 cappelle affrescate e decorate con 375 statue in terracotta a grandezza naturale, che raccontano la vita di Sa Francesco. La costruzione iniziò nel 1590 e si protrasse per più di un secolo, per questo ci sono notevoli differenze artistiche nella realizzazione delle varie cappelle, dal sobrio stile rinascimentale allo sfolgorante barocco.

Il Sacro Monte di Orta san Giulio è un pellegrinaggio immerso nel verde
Il Sacro Monte di Orta san Giulio è un pellegrinaggio immerso nel verde

Il sacro Monte è pensato come un percorso di preghiera, ma, indipendentemente dal proprio credo religioso, è un luogo di pace e tranquillità, immerso nel verde, con panorami mozzafiato sul lago e sull’Isola San Giulio.


Lago e Isola San Giulio

Se passate una giornata al Lago d’Orta, dovete visitare anche la minuscola Isola San Giulio, appena 650 metri di perimetro, che si erge in mezzo al lago come una pietra preziosa.

Raggiungetela con il battello del servizio pubblico di navigazione, in partenza da Piazza Motta. Fate riferimento al sito ufficiale per orari e costi.

La traversata dura solo 5 minuti, abbastanza per ammirare le casette colorate del borgo e gli incredibili edifici dell’Isola, che terminano direttamente nel lago.

Isola San Giulio
Isola San Giulio

Sull’isola ci sono un ristorante e un hotel, ma sono il convento delle monache di clausura benedettine e l’annessa basilica ad occupare quasi tutta l’area. Sull’isola c’è un’unica strada, che ne segue il perimetro ad anello; sui musi che costeggiano la via sono riportati aforismi che invitano al silenzio e alla meditazione.

Un posto del genere non può non avere la propria leggenda. Come ogni lago che si rispetti, anche il Lago d’Orta pare fosse abitato da un drago. San Giulio, arrivato qui dalla Grecia, raggiunse l’isola infestata utilizzando il proprio mantello come imbarcazione, liberò il luogo e vi costruì la sua centesima Basilica, dove è tutt’ora sepolto.

scorcio dell'Isola San Giulio
scorcio dell’Isola San Giulio

Dal lato opposto dell’isola potrete ammirare il borgo di Pella. Se avete tempo, vale la pena di fare un giro anche lì.


Questo post è stato utile? Vota!

Average rating / 5. Vote count:

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

Seguici su:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *