Tenerife
Europa

Relax a Tenerife: Playa de Las Teresitas

Insieme alle sue sorelle più frequentate di Los Cristianos, Playa de Las Teresitas è un’eccezione nel parco spiagge di Tenerife.

Poiché Tenerife è un’isola vulcanica, molte sue spiagge sono delle sottili lingue di sabbia nera, o marrone scuro, spazzate dalle forti onde dell’oceano. Bellissime e selvagge, ma lontane dal nostro immaginario della spiaggia “ideale”.

Playa de Las Teresita è larga 80 metri e lunga quasi 1.5 km, ha una sabbia fine e dorata, importata dal deserto del Sahara, e si inserisce perfettamente nel contesto paesaggistico, incorniciata dalle verdi montagne del Parque Rural de Anaga.

Grazie alla sua dimensione, la spiaggia è molto godibile anche in alta stagione.

Playa de Las Teresitas
Playa de Las Teresitas

Come arrivare

La maggioranza raggiungerà Playa de Las Teresitas in auto, da Santa Cruz de Tenerife, con un tragitto di circa 10 km. Sia che arriviate dal lungomare, o dall’autostrada, dovrete imboccare la Avenida de Anaga, che poi diventa TF-11, verso nord.

Arrivati nel pittoresco paesino di San Andrés, seguite il lungomare e svoltate a destra alla rotonda per raggiungere il parcheggio.

Se arrivate dalle altre località del Sud (Los Cristianos), o dal nord dell’isola (Puerto del la Cruz), non cambia nulla. Dovrete sempre arrivare prima a Santa Cruz, e da lì prendere la TF-11 per San Andrés.

L’unica eccezione è se arrivate dal Parque de Anaga. In questo caso, prendete la TF-12 a El Bailadero, per raggiungere la spiaggia dalle montagne. Ma non sono in molti a fare questa strada, che tra l’altro è tutta tornanti.

Se, infine, avete intenzione di spostarvi con l’ottima rete di autobus dell’isola, l’autobus 910 vi potrerà a San Andrès, dalla stazione di interscambio di Santa Cruz, vicino al grande magazzino Corte Ingles.

Servizi

Pur essendo una spiaggia libera, Playa de Las Teresitas è molto ben organizzata con i servizi.

Il parcheggio è ampio e capiente, poi nei periodi di massima affluenza potrebbero esserci delle difficoltà (come ovunque, del resto).

L’accesso alla spiaggia è garantito anche ai disabili, e agevolato da passerelle in legno. La spiaggia stessa è libera, ma chi lo desidera potrà noleggiare sdraio e ombrelloni.

Playa de Las Teresitas
Sdraio e ombrelloni possono essere noleggiati, e la Croce Rossa si occupa della sicurezza

Ci sono numerosi docce, spogliatoi e servizi igienici, tutti fruibili gratuitamente. Oltre a questi, diversi bar dove fare due chiacchiere, mangiare un boccone e bere qualcosa di fresco.

A garantire la sicurezza dei bagnanti, troviamo una stazione della croce rossa, e la torretta della polizia locale. I bidoni dell’immondizia sono sparsi un po’ ovunque quindi, mi raccomando, ognuno faccia la propria parte per mantenere la spiaggia pulita!

La spiaggia

Va bene, belli tutti i servizi, ma la spiaggia?

La spiaggia è fantastica anche per una come me, che normalmente non ama la vita “da mare”. Essendo tutto gratuito, potrete anche venire qui solo per un paio d’ore, come abbiamo fatto noi, magari per recuperare le forze dopo una bella camminata nel Parque Rural de Anaga.

La spiaggia è così grande che non avrete difficoltà a trovare spazio, difficilmente vi troverete ammassati uno sopra l’altro, alla disperata ricerca di un angolino al sole. Chi invece cerca l’ombra, potrà rilassarsi sotto alle palme.

Grazie ai frangiflutti, anche le famiglie con bimbi piccoli potranno approfittare di un bel bagno delle acque dell’Oceano Atlantico. Questo per le onde, per la temperatura dell’acqua purtroppo non si può fare nulla!

L’acqua è molto calma grazie ai frangiflutti

Oppure, fate una bella camminata fino alla barriera frangiflutti, per ammirare la costa frastagliata e selvaggia sulla sinistra.

La spiaggia dall’alto

Uno dei panorami più belli di Tenerife è quello di Paya de Las Teresitas e il paesino di San Andrés visti dall’alto.

Per fare questa foto molto iconica, uscite dal parcheggio e prendete la stretta TF-121. Dopo circa 2 km, troverete il punto panoramico. Potete anche fare il tragitto a piedi, ma attenzione al traffico, e alla salita abbastanza ripida!

Vista l’organizzazione perfetta in spiaggia, mi aspettavo che anche il punto panoramico fosse un po’ più agevole. Invece, dovrete stare attenti a parcheggiare senza dare fastidio, e soprattutto attenzione quando scendete dall’auto per fare le foto!

Playa de Las Teresitas vista dal mirador
Playa de Las Teresitas vista dal mirador

Il momento migliore per le foto è il mattino, perché nel pomeriggio e al tramonto avrete San Andrés in controluce, come si vede dalla mia foto.

Seguici su:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto