Europa

Trekking a Tenerife: Punta de Teno

Punta de Teno è l’estremità nord-occidentale di Tenerife, oltre le immense scogliere di Los Gigantes. Si trova a soli 20 km da Garachico, ma vi sembrerà di essere in un altro mondo.

Perché Tenerife è un’isola dal clima strano. Se il massiccio del Teide protegge dalle nuvole la costa sud (Los Cristianos, Costa Adeje), è altrettanto vero che le blocca sulla costa nord: Puerto de la Cruz, La Orotava, Garachico, hanno un clima più umido e piovoso.

Dopo aver trascorso una giornata all’insegna di un cielo bigio, tanto che sembrava quasi di essere in Scozia o in Irlanda, ci siamo improvvisamente trovati davanti un limpido cielo azzurro e un mare cristallino.

Mare cristallino a Punta de Teno
mare cristallino, cielo azzurro, e le immense scogliere all’orizzonte

Come arrivare

Sia che arriviate da Garachico, o da Los Cristianos, dovrete prima raggiungere il piccolo centro Buenavista del Norte, e imboccare la splendida e tortuosa strada panoramica che vi condurrà fino al parcheggio di Punta de Teno (TF-445).

La strada panoramica TF 445
La strada panoramica TF 445

La strada è breve, solo 10 km da Buenavista del Norte, ma mettete in conto una ventina di minuti, perché è tutta a strapiombo sul mare, con i limiti di velocità giustamente bassi.

Attenzione, la strada non è sempre aperta!

Per gestire l’afflusso di turisti, i veicoli provati possono circolare solamente lunedì, martedì e mercoledì. Consultate sempre il sito ufficiale per eventuali modifiche a questa regola.

Se non riuscite ad organizzarvi per uno dei giorni di apertura, potete sempre prendere l’autobus 369 a Buenavista del Norte, c’è una corsa ogni ora.


Cosa fare a Punta Teno

OK, siete arrivati a Punta de Teno, e adesso cosa fare? Fate una foto e tornate indietro? Assolutamente no!

La prima cosa che attira l’attenzione è senza dubbio il piccolo faro, che però, purtroppo, non è visitabile.

l piccolo faro di Punta Teno
l piccolo faro di Punta Teno

Potete arrivare a piedi fino al cancelletto, e fare qualche foto da lì. Girate intorno al sentiero principale, ci sono altri brevi sentieri che vi porteranno sulle scogliere, con una bella vista sul faro e sull’acqua limpidissima.

La piccola spiaggia non è il massimo, tutta sassolini, ma se volete vi potrete rilassare, e anche fare il bagno. La posizione è comunque suggestiva, in mezzo alle scogliere, e le opportunità fotografiche non mancano, grazie alle barchette colorate dei pescatori.

le barche dei pescatori sulla spiaggetta
le barche dei pescatori sulla spiaggetta

La mia attività preferita resta il trekking. Partite dalla spiaggia e seguite la costa verso le imponenti scogliere note come “Acantilados de los Gigantes”. Camminate in mezzo ai cactus e agli aloe, e ammirate il paesaggio che cambia quasi ad ogni passo.

Trekking tra i cactus a Punta de Teno
Trekking tra i cactus

In ogni caletta si può nascondere una sorpresa: un pescatore solitario, ragazzi che prendono il sole, una barca… I colori della terra variano dal nero al rosso, mentre gli Acantilados si avvicinano e si mostrano sempre più maestosi.

Il sentiero è praticamente in piano, non faticoso, e potete continuare fin quando preferite… o finché non andrete a sbattere contro gli Acantilados!

le meravigliose calette lungo il sentiero
le meravigliose calette lungo il sentiero

Per me, che vivo e lavoro in città, un po’ di trekking nella natura è quello che rimette in pace con il mondo. Sedermi a terra e ascoltare il silenzio, sentire il sole sulla pelle e il vento costante. Queste le sensazioni che mi sono rimaste impresse della visita a Punta de Teno, forse ancora più dei panorami mozzafiato.

Seguici su:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto