Viaggiare on the road: le distanze americane

Viaggiare on the road: le distanze americane

0
(0)

Capire le distanze negli USA, se non le si è mai vissute, non è semplice. Quando si guarda la mappa e si buttano giù le tappe di un itinerario di viaggio, le attrazioni sembrano tutte lì vicine.

Anche il fido google maps, che pure indica i km, e dà una stima del tempo di percorrenza, non riesce esattamente a farci capire cosa significhi, all’atto pratico, guidare per 300-400 km al giorno.

Le strade dell’ovest americano sono lunghe e semi-deserte. Questo, a volte, fa un po’ perdere il senso della realtà. Le strade dell’Est, invece, sono più simili alle nostre, visto che la zona est è più densamente popolata.

Quando state creando un itinerario, cercate sempre di rapportare le distanze e le dimensioni a qualcosa che vi sia famigliare.

In questo modo, vi renderete conto meglio di quello che state programmando.


Esempi concreti di alcune distanze negli USA

Dormireste a L’Aquila dopo aver passato una giornata a visitare Roma?

Visitereste l’Umbria in due giorni?

Fareste Roma-Milano oggi e Milano-Roma domani, per visitare il capoluogo lombardo?

Probabilmente no.

Eppure, quello che ho scritto sopra corrisponde, rispettivamente, a:

Vado a visitare il Grand Canyon, poi dormo a Williams

Farò due notti allo Yellowstone

Da New York vado a vedere le Cascate del Niagara, e il giorno dopo vado a Washington

Le distanze, e le dimensioni, sono le stesse nei due esempi. Williams dista circa 100 km dal Grand Canyon, il parco dello Yellowstone ha una superficie di 8.991km quadrati, le cascate del Niagara distano 650 km circa sia da New York sia da Washington.

Per arrivare a Williams dal Grand Canyon occorre guidare per quasi 100 km

Un altro esempio: la Route 66, da Chicago a Los Angles, copre la stessa distanza che c’è tra Madrid e Mosca.

Ricordatevi, inoltre, che gli Stati Uniti continentali (esclusi Alaska e Hawaii) sono attraversati da ben quattro fusi orari. Già questo dovrebbe dare un’idea delle dimensioni.


Il senso di un On The Road

Quando, per esempio, noi milanesi andiamo in vacanza nel Salento, il più nelle volte facciamo la strada, più di 1000 km, in un giorno solo. Quindi, perché non dovremmo farlo anche negli USA?

La differenza sta nel senso del viaggio. Quando vado da Milano a Gallipoli in un giorno, lo faccio perché il mio obiettivo è andare a Gallipoli, non visitare quello che c’è nel mezzo.

Quando faccio un viaggio on the road, la strada è il senso stesso del viaggio. Non si tratta solo di andare alle Cascate del Niagara, ma di vedere e gustarsi anche qualcosa lungo la strada.

La strada stessa è il senso del viaggio
La strada stessa è il senso del viaggio

Inoltre, dopo che ho fatto i 1000 km che separano Milano da Gallipoli, poi resto là e mi rilasso per due settimane.

Durante un viaggio on the road negli USA, ogni giorno o quasi mi devo spostare.

E’ vero che coprire le lunghe distanze negli USA è più semplice. Guidare sulle lunghe e deserte strade del’Ovest americano non è come stare in coda sull’Autostrada del Sole.

Però, 400-500 km al giorno, per due/tre settimane, possono essere molto stancanti anche per chi ama guidare. E, se andate ad Est, ricordate che le strade non sono proprio deserte


Come fare

Valgono i consigli dati nell’articolo su come creare un itinerario.

Aggiungete sempre il 20-30% alle tempistiche di Google Maps. Fate una stima del tempo che volete passare a destinazione e stabilite se, con la tappa che avete impostato, pensate di riuscire a fare tutto quello che vi siete prefissati.

Per calcolare correttamente quanto tempo impiegheremo per coprire determinate distanze negli USA, prendiamo sempre come esempio le Cascate de Niagara con partenza da New York.

Google dice che ci vogliono 6 ore e mezzo. Anche supponendo che abbiate già l’auto, aggiungete le soste benzina e la sosta per il pranzo, quindi almeno un’ora / un’ora e mezzo se vi fermate a mangiare al ristorante. Siamo già arrivato a 8 ore. Un po’ di traffico, arrivate tranquillamente a 8 ore e mezzo.

Traffico intorno ad Atlanta
Traffico intorno ad Atlanta

Se partite alle 8 del mattino, arrivate alle cascate alle 16.30, più o meno. Poi dovrete andare in hotel a lasciare i bagagli, e orientarvi un pochino. Siamo già arrivati alle 17.30. Queste poche ore rimaste vi bastano per fare tutto quello che volete?


Spero, con questo post, di aver fatto un po’ di chiarezza sulle distanze americane, così diverse dalle nostre perché molto più grandi.

Se avete dubbi o volete consigli per creare il vostro itinerario, contattatemi!

Questo post è stato utile? Vota!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

Seguici su:

Lascia un commento