West

Tucson e il Saguaro National Park

Andiamo nel profondo sud dell’Arizona, alla scoperta di una città ancora poco conosciuta e dei suoi musei, nonché di un’infinita distesa di cactus Saguaro. Cosa vedere a Tucson?


I cactus Saguaro tipici di Tucson

Si scrive Tucson, si legge “tiuson”, e non “tacson” come molti – me compresa – pensavano.

Siamo nel profondo sud dell’Arizona, in pieno deserto, a 110 km dal confine con il Messico. Siamo lontani da tutto e da tutti. Phoenix, la capitale dello stato, dista 200 km.

Tucson è una città di tutto rispetto, conta 500.000 abitanti, mentre l’area metropolitana raggiunge il milione.

Nasce con la missione San Xavier del Bac, fondata da un italiano, il missionario gesuita Eusebio Francesco Chini, nel 1700. Per la sua posizione, passò poi sotto il controllo messicano, per poi essere annessa, insieme a tutto l’Arizona, agli Stati Uniti.


Informazioni Pratiche

Tucson ha un aeroporto internazionale, ma dall’Italia è necessario almeno uno scalo. La città, però, si visita di solito in un tour dedicato al southwest, quindi presumibilmente arriverete in auto, da San Diego o Phoenix.

Noi abbiamo visitato la città nel nostro viaggio del 2015, a Settembre.

Esiste una rete di autobus, ma con l’automobile vi muoverete sicuramente in modo più agevole, soprattutto per visitare il parco e le attrazioni fuori dal centro.

Sul sito ufficiale ci sono molte informazioni utili, oltre alla guida online. potete anche farvene spedire a casa una copia cartacea.

Il clima è desertico, in estate la temperatura può raggiungere picchi insostenibili. Le mezze stagioni sono il momento più propizio.

Le attrazioni sono molte più di quello che sembrerebbero ad una prima occhiata. Così poco conosciuta, così remota, non sembra proprio un posto dove trovare tante cose da fare. Eppure ce n’è, abbastanza da stare qui un giorno, anche due se siete appassionati di aeronautica


Aerei e testate nucleari

Cominciamo proprio dal PIMA Air and Space Museum, un museo gigantesco dedicato all’aeronautica. Nei vari hangar sono esposti velivoli di ogni genere: aerei civili, cargo, militari, elicotteri… I pezzi forti includono l‘Air Force One di Kennedy e Johnson, l’enorme cargo della Nasa “Guppi”, uno Stealth, il cacciabombardiere “Sentimental Journey”

L'Air Force One di Kennedy e Johnson
L’Air Force One di Kennedy e Johnson

Ogni hangar è dedicato ad un tema specifico, non perdetevi quelli sulla Seconda Guerra Mondiale, divisi tra “pacifico” e “atlantico”. Un altro è dedicato alle missioni spaziali, anche questo molto interessante ed interattivo.

Ci sono poi delle esposizioni tematiche, per esempio sui piloti afro-americani e sulle donne in volo. Una vera chicca è poi il boneyard, il cimitero degli aerei . La visita deve essere prenotata quando fate il biglietto, ed è solo guidata.

Potrete facilmente passate una giornata intera solo dentro a questo museo.

Restiamo in tema e andiamo al Titan Missile Museum, qualche km a sud della città. Siamo in piena guerra fredda, il comunismo è il nemico e la minaccia nucleare fa ormai parte della vita quotidiana.

Gli Stati Uniti non vogliono certo farsi cogliere impreparati, e costruiscono questa base (ce n’è un’altra in South Dakota), dove la testata nucleare Titan II è pronta ad agire in caso di attacco.

Parliamo di storia molto recente, la testata è stata disarmata solo dopo la fine della Guerra Fredda. Infatti, le guide sono persone che qui ci lavoravano. Durante il tour guidato, vi parleranno di com’era vivere sotto la costante minaccia di un’imminente attacco nucleare, e cosa avrebbero dovuto fare in caso avessero dovuto azionare il missile.


Un deserto molto vivo

Immergiamoci ora nella splendida e ricca natura di quest’area, per scoprire che il deserto è anche un luogo pieno di vita.

L’attrazione più visitata di Tucson è l’Arizona-Sonora Desert Museum, molto consigliato per chi viaggia con bambini.

E’ un museo-zoo con tante aree interattive, dove scoprire tutto sulla natura che circonda Tucson: dalla geologia ai minerali, senza tralasciare flora e fauna. Il bello è che è tutto dedicato alla natura locale: non troverete orsi polari e pinguini qui.

Un buffo cane della prateria, ospite dell'Arizona-Sonora Desert Museum
Un buffo cane della prateria, ospite dell’Arizona-Sonora Desert Museum

Ci troverete, invece, rettili, ragni, felini, cani della prateria, coyote. Bellissime le voliere, con rapaci, farfalle e gli sfuggenti colibrì.

Percorrete il Desert Loop Trail per avere un assaggio di cactus Saguaro. Il Saguaro è il cactus per antonomasia, quello visto in centinaia di film western e cartoni animati. Possono vivere anche 75 anni e arrivare a più di 10 metri di altezza.

Saguaro National Park West
Saguaro National Park West

Per vederli in tutto il loro splendore, è necessario visitare il Saguaro National Park. E’ diviso in due zone, East e West. Noi abbiamo visitato la parte West, molto bella soprattutto al tramonto.

Cactus Saguaro al tramonto
Cactus Saguaro al tramonto

Il percorso ad anello in auto è semplice e veloce, e offre panorami spettacolari, vedrete così tanti cactus che vi basteranno per una vita intera. Se il clima lo permette, lasciate l’auto e avventuratevi per i numerosi trail, per vedere da vicino i re del deserto. Però, non sottovalutate mai il caldo, può essere micidiale da queste parti.


Altre Attrazioni

Cosa vedere a Tucson oltre le attrazioni principali?

La città è stata fondata da un missionario gesuita, le la missione è ancora esistente: San Xavier del Bac, missione cattolica dall’architettura vagamente moresca. Costruita in stucco bianco, in netto contrasto con i colori del deserto circostante, è per questo detta “colomba del deserto”.

L’ultima attrazione di cui vi parlerò non l’abbiamo visitata perché era chiusa. E’ Old Tucson, un museo/parco divertimenti, adatto a famiglie con i bambini, perché i piccoli possono divertirsi a giocare ai cowboy e andare sui pony.

Tucson è usata spesso come set cinematografico per i film western, in questo museo si possono vedere location, costumi ed oggetti di scena originali.


Dove Mangiare

Ovviamente qui abbondano i ristoranti messicani, se avete voglia di fajitas, tacos e margatita, siete nel posto giusto.

La specialità di Tucson è però il Sonoran Dog, un piatto leggerissimo a base di hot dog avvolto nel bacon e condito con cipolle, pomodori, chili verde, fagioli, e ovviamente annegato nella salsa.

Il posto più iconico dove assaggiarlo è El Guero Canelo, ristorante comparso anche in doversi programmi tv.


Questo post è stato utile? Vota!

Average rating / 5. Vote count:

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

Seguici su:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *