Fuori Porta

Per castagne all’Oasi Zegna

L’Oasi Zegna è un parco montano con un’estensione di circa 100 km quadrati, si trova in Piemonte, poco a nord di Biella, e comprende diversi borghi e aree naturali.

Si possono fare tantissime attività, soprattutto passeggiate tra i suoi fitti boschi e verdi montagne. Ma anche ciaspolate, percorsi benessere, enogastronimici e attività guidate con esperti locali. Controllate sul sito ufficiale per trovare i prossimi eventi e la mappa scaricabile dei sentieri.

Noi abbiamo trascorso una piacevole giornata autunnale tra i borghi di Castagnea e Trivero, alla ricerca dei caldi colori di Ottobre e dei suoi frutti, funghi e castagne.


Come arrivare

L’area è molto estesa, ed è preferibile arrivare in auto. Per raggiungere Trivero, da Milano prendete la A4 verso Torino fino a Carisio, poi la SP232, mentre da Torino è sufficente fare il percorso inverso. Da Varese, prendete la E62/A26 fino a Romagnano Sesia, mentre il resto del percorso è su strade statali, meglio impostare il navigatore.


I boschi intorno a Castagnea

La nostra giornata inzia a Castagnea, frazione del comune di Portula, presso la Chiesa di Santa Maria della neve. Qui, alle 11, inizierà la visita guidata dei boschi. La visita è gratuita, ma ovviamente è opportuno quanto meno riconoscere l’impegno di queste persone, esperti e amanti del loro territorio.

Ci raccontano la storia del borgo, e soprattutto di come ancora oggi si cerchi di tenere vive le tradizioni locali, soprattutto l’economia basata sulle castagne. Negli ultimi anni, è stata fatta una notevole opera di risanamento dei castagni della zona, attaccati da un parassita non endemico.

La passeggiata dura circa un’ora e mezza, immersi nella natura. Stiamo camminando sopra un letto di ricci e di castagne, ogni tanto spunta qualche fungo colorato. Il terreno e le piante presentano tutte le calde sfumature dei rossi e dei marroni, una meraviglia.

La nostra guida ci spiega le varie piante, i funghi, e ci parla della raccolta della castagna, un vero e proprio rito. Qui non è vietata, possiamo raccogliere tutte le castagne che vogliamo e portarle a casa.

Castagne all'Oasi Zegna

Foliage e castagne

L’Oasi Zegna è famosa per il suo foliage. Per ammirare i colori cangianti delle foglie, il tempismo è essenziale, e noi purtroppo arriviamo un po’ troppo presto. Ottobre è stato molto clemente con le temperature, e probabilmente non c’è ancora stato lo sbalzo climatico necessario a far arrossare le foglie.

Qualcosa però si vede, qualche macchia di colore qua e là, un assaggio dello spettacolo che la natura regala nel periodo giusto.

Foliage all'Oasi ZEgna

Stiamo ora percorrendo (da soli, stavolta) il sentiero asfaltato intorno a Trivero, percorso ad anello che parte dal Santuario S. Madonna della Brughiera, posto in una bellissima posizione panoramica.

Da questo si diramano numerosi altri sentieri (vi segnalo, in particolare, quello che posta alla Conca dei Rododendri, un arcobaleno di colori nel periodo della fioritura). Noi restiamo su quello principale, incontrando mucche e fattorie e costruzioni diroccate.

Si torna poi nel bosco, il sentiero ora è un tappeto di figlie di faggi e castagni, i ricci di schiudono rivelando il loro prezioso contenuto, mentre i funghi si nascondono sotto i sassi, nutrendosi dell’umidità dell’ambiente.

Il sentiero dentro al Parco dell’Oasi Zegna termina dove è iniziato, dietro al santuario. In zona ci sono tanti ristoranti e agriturismi per una pausa ristoratrice.


Seguici su:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto