Blonde Moments
Blonde moments

Come restare senza benzina in Texas

Pare impossibile, vero? Eppure noi ce l’abbiamo (quasi) fatta!

La benzina in Texas te la tirano letteralmente dietro, circa 40 centesimi al litro. Siamo anche nella patria dei pozzi di petrolio. E allora come è possibile, restare quasi a secco e rischiare di dover spingere la macchina per chilometri?

Semplicissimo, basta sottovalutare le distanze e la morfologia del terreno!

Siamo a Fort Stockton e dobbiamo andare fino a Boerne, 450 km in mezzo al nulla totale.

Il serbatoio è pieno 3/4 autonomia più di 300 km, dovremo mica fare il pieno prima di partire no? Anche perché, come al solito, siamo di corsa. Ma no, ci buttiamo sull’interstate e quando siamo poco sotto la metà ci pensiamo.

Partiamo tranquilli, fa un caldo infernale e noi accendiamo l’aria condizionata. Solito mood da on the road: si chiacchiera, si ascolta musica con il volume a palla e si mangiano schifezze.

Fila tutto liscio per un po’, e quando il serbatoio segna la metà cominciamo a pensare di fermarci a rabboccare.

Però. Però cominciamo a macinare km su km senza che ci sia un signolo cartello di uscita, niente di niente, di benzinai nemmeno l’ombra. Oltretutto, la strada comincia a salire, salite che sembrano non finire mai. La strada è tutta così:

Impostiamo il navigatore per la ricerca del primo benzinaio, pensando che sia a non più di 10-15 km. La risposta però è scoraggiante, non ci sarà nessun benzinaio fino a Ozona, ancora circa 70 km.

Secondo l’indicatore di autonomia ce la potremmo anche fare (120 km circa) Ma, con la macchina carica, l’aria condizionata, e la strada in salita, vediamo il numerino scendere vertiginosamente e pericolosamente. Cominciamo a preoccuparci sul serio, qui nel nulla non prende nemmeno il cellulare e non sapremmo chi chiamare.

Spegniamo l’aria, l’autoradio e tutto ciò che non è necessario al funzionamento dell’auto. Mettiamo in manuale per restare il più possibile bassi di giri. In pochi minuti, cominciamo a squagliarci dal caldo e a sudare.

Ci supera chiunque, persino uno che sta trainando LA CASA, e che avevamo superato un bel pezzo di strada fa.

In pochi minuti si accende la spia della riserva. Mancano 50 km e ce la potremmo fare, se solo non ci fossero più salite!

A 20 km di autonomia, l’indicatore smette di dirci quanto ci resta da vivere, intimandoci, invece, a fare rifornimento. Non abbiamo nemmeno più idea di quanta benzina abbiamo ancora a disposizione.

So solo che facciamo ancora circa una decina di km, poi vediamo, finalmente, come un miraggio, l’indicazione dell’uscita per Ozona! Siamo salvi!

Incredibilmente, riusciamo ad arrivare fino al benzinaio, con probabilmente non più di 5 km di autonomina!!

Una disavventura a lieto fine, che ci ha insegnato a non sottovalutare mai le distanze americane. Restare senza benzina in Texas sarebbe stato davvero il colmo!

Questo post è stato utile? Vota!

Average rating / 5. Vote count:

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

Seguici su:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *