East

Georgia Antebellum Trail

A pochi km ad est di Atlanta, potrete fare un percorso di circa 150 km nella la storia americana, il Georgia Antebellum Trail, attraverso sette cittadine, da nord a sud: Athens, Watkinsville, Madision, Eatonton, Milledgeville, Old Clinton e Macon.


Un po’ di storia

 Dopo aver conquistato e raso al suolo Atlanta, nel 1964, il Generale e le sue truppe intrapresero quella che viene chiamata “march to the sea”, o la “campagna di Savannah”, essendo proprio questa la meta ultima degli unionisti. 
Sherman credeva nel concetto di guerra totale, ovvero che fosse necessario non solo sconfiggere l’esercito nemico, ma anche rendere inoffensiva la popolazione civile, annientando i raccolti, le case, i collegamenti. Per velocizzare la marcia con un esercito più snello, Sherman marciò quasi senza rifornimenti, facendo vivere le proprie truppe delle razzie compiute sul territorio.
Gli unionisti arrivarono a Savannah il 20 Dicembre, ma fortunatamente risparmiarono queste sette città dalla distruzione. Qui è quindi possibile vedere ancora esempi di architettura Antebellum, appunto, di prima della guerra.


Programmazione

Per organizzare la visita, è molto utile questo sito e la sua brochure in PDF, scaricabile gratuitamente

Per una visita esaustiva del Georgia Antebellum Trail, occorrono due giorni, con la prima notte ad Athens e la seconda a Macon. Alcune ville storiche sono state convertite in b&b, altre in musei e sono visitabili, in altre ancora è possibile organizzare eventi privati; ma la maggior parte sono case private ancora abitate. Per quanto riguarda quelle visitabili, controllate prima il sito ufficiale per verificare giorni e orari di apertura.


Seguiamo il percorso

Si comincia da Athens, omonima della capitale della Grecia, una graziosa cittadina universitaria, piena di giovani, locali e ristoranti. Se capitate nel weekend, la sera il centro si anima, quindi prendete in considerazione di prenotare un ristorante per cena.

Il campus è enorme, vi perderete a girare tra gli edifici neoclassici in mezzo agli studenti. 

Il centro è facilmente percorribile a piedi (accertatevi di alimentare il parking meter con abbondanti quartini!), e nasconde alcuni edifici interessanti, come il Georgia Theater, e alcune curiosità, come il Double Barrel Cannon, prototipo creato per la Guerra di Secessione ma mai utilizzato; e l’albero che appartiene a se stesso, un albero che il proprietario ha lasciato in eredità… all’albero stesso!

Le ville storiche visitabili ad Athens sono un po’ fuori dal centro. Iniziate dalla Church-Waddel-Brumby House, che è anche l’ufficio del turismo, e il cui interno può essere visitato gratuitamente.

Proseguite in auto per la Lyndon House, oggi un Arts Center, poi andate sulla Prince Avenue per trovare la TRR CObb House e la Taylor Grady House

Taylor Grady House

Lasciate Athens e dirigetevi a Watkinsville, un paesino che si sviluppa lungo la Main Street. L’Eagle Tavern Museum è l’attrazione principale, gestito da una simpatica coppia di mezza età. Lei è di origine italiane e sarà felicissima di accompagnarvi per una breve visita indietro nel tempo, quando la taverna era molto frequentata grazie alla sua favorevole posizione davanti al tribunale. Molti oggetti sono originali.

L’Ashford Manor B&B è una villa storica da film, ma anche nn b&b, dove potete pernottare per vivere appieno l’atmosfera del sud

Poco a sud di Athens, svoltate a destra sulla Elder Mill Road per trovare l’Elders Mill Covered Bridge, un ponte coperto.

Elder Miller Bridge

La prossima tappa del Georgia Antebellum Trail è Madison, una città di dimensioni medie. Vi consiglio di recuperare una mappa all’ufficio del turismo, in quanto le ville storiche sono sparpagliate per il centro, anche se la maggior parte si trova tra la Main St e la Academy St. La Heritage Hall è visitabile.

Heritage Hall, Madison

In centro, non perdete il tribunale, del 1907, e la Rogers House, perfetto esempio di abitazione della classe media, del 1809. Ma è di interesse storico soprattutto il Rose Cottage, la cui particolarità di essere stato di proprietà di una donna di colore nata schiava, che lo ha costruito lavorando come stiratrice. Ovviamente questa casa è stata costruita dopo la guerra, una volta abolita la schiavitù.

Eatonton

Eatonton, partendo dall’ufficio del turismo, si segue un tour a piedi per vedere altre ville storiche, la più famosa delle quali è la Slade Hall. Ma la cittadina interesserà soprattutto gli appassionati di letteratura: qui si trova il Georgia Writers Museum, che celebra gli scrittori locali  Alice Walker, Joel Chandler Harris, e Flannery O’Connor.

Milledgeville, la bella del sud, era la capitale della Georgia, e oggi è una vivace cittadina universitaria. Come ad Athens, anche qui si respira un’atmosfera giovane.

City Hall, Milledgeville

Per via del suo passato istituzionale, qui troverete l’Old State Capitol, esempio di architettura gotica risalente al 1807, con l’annesso museo;  e la Governor Mansion, in stile revival greco del 1839. Entrambi gli edifici sono visitabili.

Altre ville storiche si trovano lungo la Jefferson St.

Anche qui potete visitare il campus, con i caratteristici edifici in mattoni rossi. In centro, all’incrocio tra S Wayne St. e W Green St., troviamo un’altra curiosità: qui sorgeva il Milledgeville Hotel, nel quale lavorò la signora 
Emily Norvell Hardy, che si trasferì qui con i sue due figli, uno di nome Oliver. Vi dice nulla?

Campus universitario, Milledgeville

Per rilassarvi un po’ dopo tutte queste visite, recatevi al Lockerly Arboretum.

Impostate attentamente il navigatore, o rischierete di mancare la minuscola Old Clinton, poco più di un incrocio nel bosco con un fienile e un paio di case. L’indirizzo di riferimento è 412 Pulaski St, Gray, GA 31032, Stati Uniti.

Fienile a Old Clinton

Prima di proseguire verso l’ultima meta, gli appassionati di letteratura e film vorranno sicuramente fare una deviazione di circa 35 km ad ovest per raggiungere il Whistle Stop Cafè, a Juliette, il bar protagonista del film “Pomodori Verdi Fritti alla fermata del treno. Qui potrete anche fare una pausa pranzo ristoratrice.

Macon è l’utima città del Georgia Antebellum Trail, ed è anche il centro più grande con più di 200.000 abitanti.

Qui si trovano doversi musei, che accontenteranno tutti: la Georgia Sports Hall of Fame, che celebra gli sportivi locali; l’adiacente Tubman Museum, un museo di arte afro-americana; e l’Allman Brothers Museum, per gli appassionati di musica. Infine, l’Ocmulgee National Monument è un sito indiano preistorico.

Naturalmente, anche qui troviamo delle ville storiche del periodo pre-bellico. La Cannonball House, famosa per essere stata danneggiata da un colpo di cannone, è una casa in stile neoclassico del 1853. Il Sidney Lanier Cottage, del 1840, è il luogo di nascita del famoso poeta e musicista. C’è un museo, ma la location può anche essere affittata per eventi privati.

Infine, la Hay House è la villa storica più visitata di Macon: uno splendido palazzo del 1859, costruito in stile rinascimentale italiano, i trova uin splendida posizione in cima a una collinetta. E’ famoso perché dotato di innovazioni tecnologiche all’avanguardia per l’epoca: acqua corrente, riscaldamento, addirittura un ascensore.

Hay House, Macon

Se il mio post vi ha incuriositi, non indugiate, partite subito alla scoperta del Georgia Antebellum Trail, le sette città che Sherman ha considerato troppo belle per essere bruciate!

Questo post è stato utile? Vota!

Average rating / 5. Vote count:

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

Seguici su:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *