Altre destinazioni

Texas, le folli attrazioni di Amarillo

Gli Stati Uniti sono pieni delle cosiddette “Roadside Attractions”, bizzarrie di vario genere che si possono incontrare, come dice il nome, lungo la strada.

Questa tradizione nasce dalla stessa struttura geografica di un paese in cui le città sono molto distanti una dall’altra, e l’auto è il principale mezzo di trasporto. Proprio per spezzare e rendere più piacevoli i lunghi spostamenti, gli americani si sono inventati le roadside attractions. Lungo la Historic Route 66, queste attrazioni si sprecano. D’altro canto, la Route 66 è uno dei pochi viaggi al mondo in cui la strada stessa, i suoi hotel e le sue pompe di benzina rappresentano lo scopo stesso del viaggio, l’on the road per eccellenza.

Scopriamo insieme due attrazioni di Amarillo, città del nord del Texas, alquanto bizzarre e uniche al mondo: il Big Texan, e il Cadillac Ranch


Big Texan

Spegnete il navigatore, non potrete non notare il Big Texan quando vi avvicinate! La prima delle due attrazioni di Amarillo vi accoglierà con il suo Cowboy e la sua mucca giganti, le sue stanze colorate e la piscina a forma di Texas.

L’ingresso del Big Texan
Anche le stanze dell’hotel sono a tema western

Il Big Texan fu costruito negli anni 60 lungo la Route 66, ma quello che vedete oggi non è l’originale. Quando la I-40 andò progressivamente a sostituire la Route, negli anni 70, il proprietario Bob Lee costruì il nuovo ristorante proprio sull’autostrada. Se volete non passare inosservati, potete richiedere il servizio Limo: vi verranno a prendere al vostro hotel con una sobria Limousine con le corna dei bovini Longhorn

la Limousine con le corna

Everything is bigger in Texas, tutto è più grande in Texas, anche le bistecche. Al Big Texan, come probabilmente avrete visto nella puntata corrispondente del famoso show televisivo, si può affrontare la sfida della bistecca da 72 once (circa 2 kg), da divorare in un’ora insieme ai contorni per avere l’onore di finire sulla Hall of Fame (oltre che la cena gratis). In qualunque momento andrete in questo ristorante, troverete qualche temerario che sta affrontando la sfida.

L’interno del ristorante

Anche se non volete cenare qui (la carne è comunque molto buona), né pernottare, vale comunque la pena fare un giro all’interno. Oltre al negozio di souvenir più pacchiani di sempre, tutto è a tema western, con la sala giochi e i quadri che si trasformano in zombie mentre ci camminate davanti. 

quadri mutanti

Cadillac Ranch

La seconda delle due attrazioni di Amarillo è poco fuori città, circa tre km ad ovest: il Cadillac Ranch.

Come per il Big Texan, anche il Caillac Ranch è stato spostato, nel 1997, per fare spazio alla città in espansione.

Quattro sono i protagonisti che hanno dato vita a questa attrazione: gli architetti Chip Lord e Doug Michels, l’allora studente di arte Hudson Marquez, che lo hanno progettato, e il milionario locale Stanley Marsh 3, che lo ha sponsorizzato.

Ma cos’è questo Cadillac Ranch? In poche parole: 10 Cadillac degli anni 50 piantate a muso in giù nel terreno, in fila. Detto così, non dice molto, ma l’aspetto divertente è che potete munirvi di bombolette spray, e cimentarvi nell’arte del graffito: è infatti possibile dipingere, disegnare, scrivere sulle auto, quello che vi pare e come vi pare (il giorno dopo, però, qualche altro artista arriverà a sovrascrivere il vostro capolavoro…). Il Ranch si trova su un terreno privato, ma l’ingresso è libero e gratuito.

La fila di auto

Nella sua eccentricità, è un’attrazione imperdibile di Amarillo e della Route 66!

Questo post è stato utile? Vota!

Average rating / 5. Vote count:

Vota per primo!

Siamo contenti che il post sia stato utile!

seguici sulla pagina Facebook!

Seguici su:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *